IMMUNITÀ FUNZIONALE E LIMITI ALLA GIURISDIZIONE ITALIANA: DAL CASO CALIPARI AI PIÙ RECENTI SVILUPPI DELLA PRASSI

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

L’accoglimento della tesi «dell’immunità funzionale (ratione materiae) dell’individuo-organo dello Stato estero dalla giurisdizione penale di un altro Stato per gli atti eseguiti iure imperii nell’esercizio dei compiti e delle funzioni a lui attribuite» pone tutta una serie di questioni problematiche, già palesate dal Caso Calipari e oggetto di costante interesse della giurisprudenza successiva. L'analisi interna ed internazionale della vicenda principale, untamente a una serie di altri casi, consolida la configurazione della natura "mobile" e variabile della immunità quale limite alla giurisizione, oggetto di delicati bilanciamenti con lo jus cogens e capace di ricadute politico-internazionali di notevole importanza.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)476-510
Numero di pagine35
RivistaLA GIUSTIZIA PENALE
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo