Immunità e Corte costituzionale. Una teoria ricostruttiva

Risultato della ricerca: Book

Abstract

Teoria ricostruttiva delle immunità degli organi costituzionali. La monografia parte dall''esame della originaria configurazione delle immunità dei Capi di Stato, dei parlamentari e dei ministri nella storia e prosegue esaminando il regime delle prerogative parlamentari, della responsabilità giuridica funzionale del Presidente della Repubblica e dei ministri.Le prerogative parlamentari sono esaminate sia alla luce della disciplina antecedente la legge n. 140 del 2003, che alla luce di quest''ultima disciplina di attuazione, senza tralasciare la relativa giurisprudenza costituzionale. Analogamente il regime della responsabilità del Capo dello Stato e dei ministri è trattata in considerazione della giurisprudenza costituzionale relativa al cd. "caso Cossiga" ed al "caso Lockeed", senza tralasciare l''analisi delle riforme che si sono susseguite relativamente all''art. 96 Cost. Infine viene esaminata la posizione del terzo soggetto eventualmente leso dagli atti compiuti dagli organi costituzionali coperti da immunità e i possibili strumenti posti a tutela dei diritti del singolo. Il lavoro mira a evidenziare, da un lato la necessità di adottare un reale "metodo collaborativo" fra potere politico e potere giudiziario e che in realtà la Corte costituzionale sembra voler perseguire sia nell''ambito del conflitto fra poteri, che nell''ambito dei giudizi sulla costituzonalità delle leggi. D''altro la Corte costituzionale sembra non disdegnare il suo ruolo di "giudice dei diritti" neppure nell''ambito del conflitto fra poteri, sebbene la tensione che la anima al fine di mantenere il "tono costituzionale" del conflitto la costringa sovente a decisioni non ambigue.
Lingua originaleItalian
EditoreDBI
Numero di pagine328
ISBN (stampa)9788887614152
Stato di pubblicazionePublished - 2007

Cita questo

@book{c3bac7c703c24cb6b0c59df5ebf7390d,
title = "Immunit{\`a} e Corte costituzionale. Una teoria ricostruttiva",
abstract = "Teoria ricostruttiva delle immunit{\`a} degli organi costituzionali. La monografia parte dall''esame della originaria configurazione delle immunit{\`a} dei Capi di Stato, dei parlamentari e dei ministri nella storia e prosegue esaminando il regime delle prerogative parlamentari, della responsabilit{\`a} giuridica funzionale del Presidente della Repubblica e dei ministri.Le prerogative parlamentari sono esaminate sia alla luce della disciplina antecedente la legge n. 140 del 2003, che alla luce di quest''ultima disciplina di attuazione, senza tralasciare la relativa giurisprudenza costituzionale. Analogamente il regime della responsabilit{\`a} del Capo dello Stato e dei ministri {\`e} trattata in considerazione della giurisprudenza costituzionale relativa al cd. {"}caso Cossiga{"} ed al {"}caso Lockeed{"}, senza tralasciare l''analisi delle riforme che si sono susseguite relativamente all''art. 96 Cost. Infine viene esaminata la posizione del terzo soggetto eventualmente leso dagli atti compiuti dagli organi costituzionali coperti da immunit{\`a} e i possibili strumenti posti a tutela dei diritti del singolo. Il lavoro mira a evidenziare, da un lato la necessit{\`a} di adottare un reale {"}metodo collaborativo{"} fra potere politico e potere giudiziario e che in realt{\`a} la Corte costituzionale sembra voler perseguire sia nell''ambito del conflitto fra poteri, che nell''ambito dei giudizi sulla costituzonalit{\`a} delle leggi. D''altro la Corte costituzionale sembra non disdegnare il suo ruolo di {"}giudice dei diritti{"} neppure nell''ambito del conflitto fra poteri, sebbene la tensione che la anima al fine di mantenere il {"}tono costituzionale{"} del conflitto la costringa sovente a decisioni non ambigue.",
keywords = "Immunit{\`a}, Corte, costituzionale",
author = "Bucalo, {Maria Esmeralda}",
year = "2007",
language = "Italian",
isbn = "9788887614152",
publisher = "DBI",

}

TY - BOOK

T1 - Immunità e Corte costituzionale. Una teoria ricostruttiva

AU - Bucalo, Maria Esmeralda

PY - 2007

Y1 - 2007

N2 - Teoria ricostruttiva delle immunità degli organi costituzionali. La monografia parte dall''esame della originaria configurazione delle immunità dei Capi di Stato, dei parlamentari e dei ministri nella storia e prosegue esaminando il regime delle prerogative parlamentari, della responsabilità giuridica funzionale del Presidente della Repubblica e dei ministri.Le prerogative parlamentari sono esaminate sia alla luce della disciplina antecedente la legge n. 140 del 2003, che alla luce di quest''ultima disciplina di attuazione, senza tralasciare la relativa giurisprudenza costituzionale. Analogamente il regime della responsabilità del Capo dello Stato e dei ministri è trattata in considerazione della giurisprudenza costituzionale relativa al cd. "caso Cossiga" ed al "caso Lockeed", senza tralasciare l''analisi delle riforme che si sono susseguite relativamente all''art. 96 Cost. Infine viene esaminata la posizione del terzo soggetto eventualmente leso dagli atti compiuti dagli organi costituzionali coperti da immunità e i possibili strumenti posti a tutela dei diritti del singolo. Il lavoro mira a evidenziare, da un lato la necessità di adottare un reale "metodo collaborativo" fra potere politico e potere giudiziario e che in realtà la Corte costituzionale sembra voler perseguire sia nell''ambito del conflitto fra poteri, che nell''ambito dei giudizi sulla costituzonalità delle leggi. D''altro la Corte costituzionale sembra non disdegnare il suo ruolo di "giudice dei diritti" neppure nell''ambito del conflitto fra poteri, sebbene la tensione che la anima al fine di mantenere il "tono costituzionale" del conflitto la costringa sovente a decisioni non ambigue.

AB - Teoria ricostruttiva delle immunità degli organi costituzionali. La monografia parte dall''esame della originaria configurazione delle immunità dei Capi di Stato, dei parlamentari e dei ministri nella storia e prosegue esaminando il regime delle prerogative parlamentari, della responsabilità giuridica funzionale del Presidente della Repubblica e dei ministri.Le prerogative parlamentari sono esaminate sia alla luce della disciplina antecedente la legge n. 140 del 2003, che alla luce di quest''ultima disciplina di attuazione, senza tralasciare la relativa giurisprudenza costituzionale. Analogamente il regime della responsabilità del Capo dello Stato e dei ministri è trattata in considerazione della giurisprudenza costituzionale relativa al cd. "caso Cossiga" ed al "caso Lockeed", senza tralasciare l''analisi delle riforme che si sono susseguite relativamente all''art. 96 Cost. Infine viene esaminata la posizione del terzo soggetto eventualmente leso dagli atti compiuti dagli organi costituzionali coperti da immunità e i possibili strumenti posti a tutela dei diritti del singolo. Il lavoro mira a evidenziare, da un lato la necessità di adottare un reale "metodo collaborativo" fra potere politico e potere giudiziario e che in realtà la Corte costituzionale sembra voler perseguire sia nell''ambito del conflitto fra poteri, che nell''ambito dei giudizi sulla costituzonalità delle leggi. D''altro la Corte costituzionale sembra non disdegnare il suo ruolo di "giudice dei diritti" neppure nell''ambito del conflitto fra poteri, sebbene la tensione che la anima al fine di mantenere il "tono costituzionale" del conflitto la costringa sovente a decisioni non ambigue.

KW - Immunità, Corte, costituzionale

UR - http://hdl.handle.net/10447/44829

M3 - Book

SN - 9788887614152

BT - Immunità e Corte costituzionale. Una teoria ricostruttiva

PB - DBI

ER -