Il richiamo dell'Eden. Dal collezionismo naturalistico all'esposizione museale

Risultato della ricerca: Book

Abstract

Le forme del collezioismo naturalistico, indagate soprattutto nelle loro valenze simboliche e nel vasto immaginario che ne costituiscono il presupposto, vengono ripercorse con forte vena ecologista e conuna palese simpatia per il mondo animale, abbinando tale esplorazione sia alle tematiche più generali del rapporto fra l'omo e la natura, sia alla presenza condizionante dello sviluppo urbano. Escatologia e cosmogonia, memoria del passato e progetto delfuturo, siriflettono nei due opposti archetipi della natura incontaminata, l'Eden, il giardino musaico, e della città perfetta, gerusalemme o Utopia che dir si voglia. nella ricerca di essi il "richiamo dell'Eden", sempre malinconicamente presente, ma molto spesso frainteso o addirittura tradito, non può prescindere dal suo contrario, l'elogio palese della tecnologia, simbolizzata dall'anello di prometeo, sigillo del gioiellere sapiente. Alla fine, il Paradiso non può che essre eternamente perduto, anche se l'aspirazione ad esso è determinante per comprendere la nascita del collezionismooderno e, con esso, di ogni genere di museo, dei suoi spazi e dei suoi ordinamenti.
Lingua originaleUndefined/Unknown
EditoreVALLECCHI
Volume1
ISBN (stampa)88-8427-032-4
Stato di pubblicazionePublished - 2004

Cita questo

@book{b77ed087894a47e0982f9af0bb95e0cb,
title = "Il richiamo dell'Eden. Dal collezionismo naturalistico all'esposizione museale",
abstract = "Le forme del collezioismo naturalistico, indagate soprattutto nelle loro valenze simboliche e nel vasto immaginario che ne costituiscono il presupposto, vengono ripercorse con forte vena ecologista e conuna palese simpatia per il mondo animale, abbinando tale esplorazione sia alle tematiche pi{\`u} generali del rapporto fra l'omo e la natura, sia alla presenza condizionante dello sviluppo urbano. Escatologia e cosmogonia, memoria del passato e progetto delfuturo, siriflettono nei due opposti archetipi della natura incontaminata, l'Eden, il giardino musaico, e della citt{\`a} perfetta, gerusalemme o Utopia che dir si voglia. nella ricerca di essi il {"}richiamo dell'Eden{"}, sempre malinconicamente presente, ma molto spesso frainteso o addirittura tradito, non pu{\`o} prescindere dal suo contrario, l'elogio palese della tecnologia, simbolizzata dall'anello di prometeo, sigillo del gioiellere sapiente. Alla fine, il Paradiso non pu{\`o} che essre eternamente perduto, anche se l'aspirazione ad esso {\`e} determinante per comprendere la nascita del collezionismooderno e, con esso, di ogni genere di museo, dei suoi spazi e dei suoi ordinamenti.",
author = "Ruggieri, {Maria Clara}",
year = "2004",
language = "Undefined/Unknown",
isbn = "88-8427-032-4",
volume = "1",
publisher = "VALLECCHI",

}

TY - BOOK

T1 - Il richiamo dell'Eden. Dal collezionismo naturalistico all'esposizione museale

AU - Ruggieri, Maria Clara

PY - 2004

Y1 - 2004

N2 - Le forme del collezioismo naturalistico, indagate soprattutto nelle loro valenze simboliche e nel vasto immaginario che ne costituiscono il presupposto, vengono ripercorse con forte vena ecologista e conuna palese simpatia per il mondo animale, abbinando tale esplorazione sia alle tematiche più generali del rapporto fra l'omo e la natura, sia alla presenza condizionante dello sviluppo urbano. Escatologia e cosmogonia, memoria del passato e progetto delfuturo, siriflettono nei due opposti archetipi della natura incontaminata, l'Eden, il giardino musaico, e della città perfetta, gerusalemme o Utopia che dir si voglia. nella ricerca di essi il "richiamo dell'Eden", sempre malinconicamente presente, ma molto spesso frainteso o addirittura tradito, non può prescindere dal suo contrario, l'elogio palese della tecnologia, simbolizzata dall'anello di prometeo, sigillo del gioiellere sapiente. Alla fine, il Paradiso non può che essre eternamente perduto, anche se l'aspirazione ad esso è determinante per comprendere la nascita del collezionismooderno e, con esso, di ogni genere di museo, dei suoi spazi e dei suoi ordinamenti.

AB - Le forme del collezioismo naturalistico, indagate soprattutto nelle loro valenze simboliche e nel vasto immaginario che ne costituiscono il presupposto, vengono ripercorse con forte vena ecologista e conuna palese simpatia per il mondo animale, abbinando tale esplorazione sia alle tematiche più generali del rapporto fra l'omo e la natura, sia alla presenza condizionante dello sviluppo urbano. Escatologia e cosmogonia, memoria del passato e progetto delfuturo, siriflettono nei due opposti archetipi della natura incontaminata, l'Eden, il giardino musaico, e della città perfetta, gerusalemme o Utopia che dir si voglia. nella ricerca di essi il "richiamo dell'Eden", sempre malinconicamente presente, ma molto spesso frainteso o addirittura tradito, non può prescindere dal suo contrario, l'elogio palese della tecnologia, simbolizzata dall'anello di prometeo, sigillo del gioiellere sapiente. Alla fine, il Paradiso non può che essre eternamente perduto, anche se l'aspirazione ad esso è determinante per comprendere la nascita del collezionismooderno e, con esso, di ogni genere di museo, dei suoi spazi e dei suoi ordinamenti.

UR - http://hdl.handle.net/10447/23853

M3 - Book

SN - 88-8427-032-4

VL - 1

BT - Il richiamo dell'Eden. Dal collezionismo naturalistico all'esposizione museale

PB - VALLECCHI

ER -