Il restauro di Giacomo Amato tra storia e storiografia

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il presente saggio mira ad illustrare l’intervento dell’architetto Giacomo Amato al palazzo Chiaramonte di Palermo, dopo i danni occorsi per il sisma del 1726. Il lavoro, pur nel suo realizzarsi in una fiorente fase di produzione barocca, di cui Amato è sicuramente uno dei protagonisti a Palermo, si caratterizza quale intervento di restauro ante litteram per i suoi gradienti conservativi e inaugura un nuovo modo di rapportarsi alla preesistenza, in cui le risultanze formali e/o stilistiche denunciano uno stretto rapporto con le esigenze costruttive e di sicurezza strutturale.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLo Steri dei Chiaramonte a Palermo. Significato e valore di una presenza di lunga durata
Pagine305-310
Numero di pagine6
Stato di pubblicazionePublished - 2015

Cita questo

Prescia, R. (2015). Il restauro di Giacomo Amato tra storia e storiografia. In Lo Steri dei Chiaramonte a Palermo. Significato e valore di una presenza di lunga durata (pagg. 305-310)

Il restauro di Giacomo Amato tra storia e storiografia. / Prescia, Renata.

Lo Steri dei Chiaramonte a Palermo. Significato e valore di una presenza di lunga durata. 2015. pag. 305-310.

Risultato della ricerca: Chapter

Prescia, R 2015, Il restauro di Giacomo Amato tra storia e storiografia. in Lo Steri dei Chiaramonte a Palermo. Significato e valore di una presenza di lunga durata. pagg. 305-310.
Prescia R. Il restauro di Giacomo Amato tra storia e storiografia. In Lo Steri dei Chiaramonte a Palermo. Significato e valore di una presenza di lunga durata. 2015. pag. 305-310
Prescia, Renata. / Il restauro di Giacomo Amato tra storia e storiografia. Lo Steri dei Chiaramonte a Palermo. Significato e valore di una presenza di lunga durata. 2015. pagg. 305-310
@inbook{3785e537d8624ec7af4f26b86fb88963,
title = "Il restauro di Giacomo Amato tra storia e storiografia",
abstract = "Il presente saggio mira ad illustrare l’intervento dell’architetto Giacomo Amato al palazzo Chiaramonte di Palermo, dopo i danni occorsi per il sisma del 1726. Il lavoro, pur nel suo realizzarsi in una fiorente fase di produzione barocca, di cui Amato {\`e} sicuramente uno dei protagonisti a Palermo, si caratterizza quale intervento di restauro ante litteram per i suoi gradienti conservativi e inaugura un nuovo modo di rapportarsi alla preesistenza, in cui le risultanze formali e/o stilistiche denunciano uno stretto rapporto con le esigenze costruttive e di sicurezza strutturale.",
author = "Renata Prescia",
year = "2015",
language = "Italian",
isbn = "978-88-89876-60-2",
pages = "305--310",
booktitle = "Lo Steri dei Chiaramonte a Palermo. Significato e valore di una presenza di lunga durata",

}

TY - CHAP

T1 - Il restauro di Giacomo Amato tra storia e storiografia

AU - Prescia, Renata

PY - 2015

Y1 - 2015

N2 - Il presente saggio mira ad illustrare l’intervento dell’architetto Giacomo Amato al palazzo Chiaramonte di Palermo, dopo i danni occorsi per il sisma del 1726. Il lavoro, pur nel suo realizzarsi in una fiorente fase di produzione barocca, di cui Amato è sicuramente uno dei protagonisti a Palermo, si caratterizza quale intervento di restauro ante litteram per i suoi gradienti conservativi e inaugura un nuovo modo di rapportarsi alla preesistenza, in cui le risultanze formali e/o stilistiche denunciano uno stretto rapporto con le esigenze costruttive e di sicurezza strutturale.

AB - Il presente saggio mira ad illustrare l’intervento dell’architetto Giacomo Amato al palazzo Chiaramonte di Palermo, dopo i danni occorsi per il sisma del 1726. Il lavoro, pur nel suo realizzarsi in una fiorente fase di produzione barocca, di cui Amato è sicuramente uno dei protagonisti a Palermo, si caratterizza quale intervento di restauro ante litteram per i suoi gradienti conservativi e inaugura un nuovo modo di rapportarsi alla preesistenza, in cui le risultanze formali e/o stilistiche denunciano uno stretto rapporto con le esigenze costruttive e di sicurezza strutturale.

UR - http://hdl.handle.net/10447/224202

M3 - Chapter

SN - 978-88-89876-60-2

SP - 305

EP - 310

BT - Lo Steri dei Chiaramonte a Palermo. Significato e valore di una presenza di lunga durata

ER -