Il positivismo esclusivo

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il positivismo giuridico esclusivo è una concezione del diritto il cui obiettivo primario è quello di difendere il positivismo giuridico normativista di matrice hartiana dalle critiche di Ronald DworkinIl medesimo obiettivo è perseguito, seguendo un percorso molto diverso, dal positivismo giuridico inclusivo.La contrapposizione tra queste due versioni del giuspositivismo post-hartiano occupa un spazio consistente (anche se decrescente) del dibattito giusfilosofico contemporaneo a partire dai primi anni ottanta del secolo scorso. Osservata con distacco, la disputa, a tratti autoreferenziale, tra il positivismo “esclusivista” e il positivismo “inclusivista” è una delle espressioni della crisi del positivismo giuridico, crisi di cui si segnala l’esistenza, non a caso, proprio a cavallo tra gli anni settanta e gli ottanta del Novecento.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteChe cosa è il diritto
Pagine61-83
Numero di pagine23
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Cita questo

Schiavello, A. (2016). Il positivismo esclusivo. In Che cosa è il diritto (pagg. 61-83)

Il positivismo esclusivo. / Schiavello, Aldo.

Che cosa è il diritto. 2016. pag. 61-83.

Risultato della ricerca: Chapter

Schiavello, A 2016, Il positivismo esclusivo. in Che cosa è il diritto. pagg. 61-83.
Schiavello A. Il positivismo esclusivo. In Che cosa è il diritto. 2016. pag. 61-83
Schiavello, Aldo. / Il positivismo esclusivo. Che cosa è il diritto. 2016. pagg. 61-83
@inbook{75c5b9b886734b95b08f36b0dbdd1691,
title = "Il positivismo esclusivo",
abstract = "Il positivismo giuridico esclusivo {\`e} una concezione del diritto il cui obiettivo primario {\`e} quello di difendere il positivismo giuridico normativista di matrice hartiana dalle critiche di Ronald DworkinIl medesimo obiettivo {\`e} perseguito, seguendo un percorso molto diverso, dal positivismo giuridico inclusivo.La contrapposizione tra queste due versioni del giuspositivismo post-hartiano occupa un spazio consistente (anche se decrescente) del dibattito giusfilosofico contemporaneo a partire dai primi anni ottanta del secolo scorso. Osservata con distacco, la disputa, a tratti autoreferenziale, tra il positivismo “esclusivista” e il positivismo “inclusivista” {\`e} una delle espressioni della crisi del positivismo giuridico, crisi di cui si segnala l’esistenza, non a caso, proprio a cavallo tra gli anni settanta e gli ottanta del Novecento.",
author = "Aldo Schiavello",
year = "2016",
language = "Italian",
isbn = "9788892105294",
pages = "61--83",
booktitle = "Che cosa {\`e} il diritto",

}

TY - CHAP

T1 - Il positivismo esclusivo

AU - Schiavello, Aldo

PY - 2016

Y1 - 2016

N2 - Il positivismo giuridico esclusivo è una concezione del diritto il cui obiettivo primario è quello di difendere il positivismo giuridico normativista di matrice hartiana dalle critiche di Ronald DworkinIl medesimo obiettivo è perseguito, seguendo un percorso molto diverso, dal positivismo giuridico inclusivo.La contrapposizione tra queste due versioni del giuspositivismo post-hartiano occupa un spazio consistente (anche se decrescente) del dibattito giusfilosofico contemporaneo a partire dai primi anni ottanta del secolo scorso. Osservata con distacco, la disputa, a tratti autoreferenziale, tra il positivismo “esclusivista” e il positivismo “inclusivista” è una delle espressioni della crisi del positivismo giuridico, crisi di cui si segnala l’esistenza, non a caso, proprio a cavallo tra gli anni settanta e gli ottanta del Novecento.

AB - Il positivismo giuridico esclusivo è una concezione del diritto il cui obiettivo primario è quello di difendere il positivismo giuridico normativista di matrice hartiana dalle critiche di Ronald DworkinIl medesimo obiettivo è perseguito, seguendo un percorso molto diverso, dal positivismo giuridico inclusivo.La contrapposizione tra queste due versioni del giuspositivismo post-hartiano occupa un spazio consistente (anche se decrescente) del dibattito giusfilosofico contemporaneo a partire dai primi anni ottanta del secolo scorso. Osservata con distacco, la disputa, a tratti autoreferenziale, tra il positivismo “esclusivista” e il positivismo “inclusivista” è una delle espressioni della crisi del positivismo giuridico, crisi di cui si segnala l’esistenza, non a caso, proprio a cavallo tra gli anni settanta e gli ottanta del Novecento.

UR - http://hdl.handle.net/10447/207556

M3 - Chapter

SN - 9788892105294

SP - 61

EP - 83

BT - Che cosa è il diritto

ER -