Il paradigma Marcello. Tra esilio e clementia Caesaris

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nella pro Marcello Cicerone si propone di fare della sorte di Marcello, graziato da Cesare, il paradigma della restituzione alla res publica dei moderati boni viri che nel conflitto civile avevano aderito alla fazione pompeiana. Questa finalità viene perseguita occultando nella rappresentazione dell’esule il tratto distintivo dell’asprezza intransigente e presentando la scelta di Marcello, dello stesso Cicerone e dei loro amici di collocarsi sul fronte di Pompeo come un error humanus, giustificabile perché determinato da un fatum inesplicabile e non frutto di crudelitas o di cupiditas,: della correttezza di tale valutazione è trovata conferma proprio nella clementia elargita da Cesare agli antichi avversari. Viene così operata una radicale ridefinizione della maschera catoniana consapevolmente indossata dall’esule di Mitilene, del quale nell’orazione ciceroniana sono invece abilmente posti in evidenza i comportamenti che ne fanno un doppio dello stesso Arpinate.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteClementia Caesaris. Modelli etici, parenesi e retorica dell'esilio
Pagine63-81
Numero di pagine382
Stato di pubblicazionePublished - 2008

Serie di pubblicazioni

NomeLetteratura classica. Collana fondata da Giusto Monaco e diretta da Giusto Picone

Cita questo