Il nome e i nomi di Goliarda Sapienza

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il contributo prova a iniziare una riflessione sul nome in Goliarda Sapienza (Catania 1924- Gaeta 1996), a partire dal suo difficile rapporto con il nome personale, documentato sin dalla sua prima opera (Lettera aperta, Garzanti 1967) e poi anche nel romanzo dal carcere (L’Università di Rebibbia, Rizzoli, 1983). L’attenzione onomastica si riverbera nella scelta dei nomi dei personaggi del suo romanzo di più ampio respiro (L’arte della gioia, Einaudi 2008), dove in un flusso ininterrotto di riemersioni autobiografiche appaiono sub specie nominis le persone più importanti della sua vita o i personaggi letterari a lei cari. Tra ipocoristici e soprannomi, non mancano evidenze regionali che attingono ad un immaginario che la Sapienza mantenne sempre vivo anche dopo il suo trasferimento romano.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteIl nome nel testo
Pagine205-219
Numero di pagine15
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Cita questo