IL NEGLECT COME PRINCIPALE RESPONSABILE DELLA PERDITA DI AUTONOMIA E AUTOSUFFICIENZA IN SOGGETTO AFFETTO DA DECLINO COGNITIVO DI GRADO LIEVE

Mario Barbagallo, Ligia Juliana Dominguez Rodriguez, Claudia Sgarito, Florenza Inzerillo, Floriana Cocita, Laura Vernuccio, Roberta Alcamo, Valentino Culotta

Risultato della ricerca: Otherpeer review

Abstract

La negligenza spaziale unilaterale è una delle patologie più frequentemente riscontrate dopo un danno cerebrale all’emisfero destro (40%-81%) e consiste in un deficit di consapevolezza dello spazio contro- lesionale. È una condizione neurologica e neuropsicologica caratterizzata dal danneggiamento di particolari zone del cervello: la persona non presta più attenzione a una porzione dello spazio interessato. Esistono tre tipi di neglect: il neglect dello spazio personale impedisce al paziente la consapevolezza dell’emisoma contro-lesionale; pazienti che presentano questa patologia avranno difficoltà nel vestirsi o nel lavare la metà del corpo contro-laterale rispetto alla lesione; il neglect dello spazio peripersonale riguarda quello spazio “attorno” al corpo delimitato dai movimenti di raggiungimento. Rischiano di essere ignorati gli oggetti presenti sulla parte contro- laterale dello spa-zio, rispetto alla sede della lesione, per esempio di un tavolo o del piatto; il neglect dello spazio extrapersonale in cui il paziente avrà difficoltà a percepire oggetti o persone nella zona contro-laterale alla lesione.
Lingua originaleItalian
Pagine68-69
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo