Il multiculturalismo e le accuse di essenzialismo: teorie, politiche, ethos

Risultato della ricerca: Other contribution

Abstract

Per diversi critici il multiculturalismo liberale implica l'essenzializzazione delle identità e delle pratiche delle minoranze. Si tratta di una obiezione diffusa anche tra coloro i quali in precedenza hanno espresso simpatia per il multiculturalismo. La questione è senza dubbio importante. Ma la mia tesi è che il dibattito attorno all'essenzialismo non colpisce nel segno. In primo luogo perché le accuse di essenzialismo rivolte al multiculturalismo finiscono per confondere diversi obiettivi potenziali, saltando dalla critica di teorie del multiculturalismo liberale, alla critica di politiche governative multiculturali, alla critica di argomenti e attitudini correnti riguardanti le differenze etniche. Ritengo sia necessario distinguere in modo preciso tra obiettivi distinti e che, una volta fatto ciò, sia possibile dimostrare come queste critiche possano rivelarsi meno dannose per il multiculturalismo liberale di quanto si era pensato inizialmente. Apro questo lavoro con una chiarificazione su ciò che io intendo con multiculturalismo liberale e su come questo opera a livello teorico e a livello pratico. Fatto ciò, considero la critica di essenzialismo ed analizzo i modi in cui questa si relaziona con la teoria e con la pratica del multiculturalismo liberale.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo