Abstract

Intorno a questioni di centrale rilevanza, quesiti e situazioni che chiamano in gioco l’uomo nella sua essenza, interrogativi che dividono perché mettono a confronto posizioni radicali, il testo interroga i drammaturghi del passato cercando individuare nei miti da loro messi in scena, forme di attualizzazione e/o elementi di radicale alterità con la nostra esperienza quotidiana. I personaggi di Antigone ed Ecuba rappresentano, in tal senso, figure emblematiche per esplorare, attraverso una prospettiva letteraria, socio-giuridica e comunicativa, il nesso che lega sapere e potere, il conflitto tra dimensione individuale e assetto giuridico, il rapporto tra soggettività e coscienza collettiva. Un cammino a ritroso, per rilanciare nel dibattito contemporaneo questioni etiche fondamentali, spesso trascurate dai nostri modelli imperfetti di democrazia.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCoscienza e potere. Narrazioni attraverso il mito
Pagine11-17
Numero di pagine8
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Serie di pubblicazioni

NomeETEROTOPIE

Cita questo

Callari, L. A., & Dino, A. (2009). Il filo del racconto. In Coscienza e potere. Narrazioni attraverso il mito (pagg. 11-17). (ETEROTOPIE).