IL DOPPIO PROCESSO A FINALITA' RISARCITORIA DEL DANNO ERARIALE TRA LE SENTENZA DELLA CORTE EDU 'RIGOLIO' ED IL CODICE DELLA GIUSTIZIA CONTABILE

Risultato della ricerca: Article

Abstract

II contributo esamina il tema della giurisdizione sul danno alla pubblica amministrazione nel caso di doppio processo a finalità risarcitoria del danno erariale, traendo spunto dalla sentenza della Corte EDU 'Rigolio' (13 maggio 2014, su ricorso n. 20148/09) ed anche alla luce della recente entrata in vigore del d.lgs. 26 agosto 2016, n. 174, con il quale e stato approvato il «Codice di giustizia contabile» ai sensi dell'articolo 20 della legge 7 agosto 2015, n.124. Nonostante la delega legislativa indicasse esplicitamente quale obiettivo principale «la concentrazione delle tutele spettanti alla cognizione della giurisdizione contabile», alla successiva attuazione non può, tuttavia, attribuirsi il merito di aver risolto l'annosa questione del doppio processo a finalità risarcitoria del danno erariale. L'importante sentenza 'Rigolio', riferita all'ordinamento italiano, offre taluni riferimenti alla risoluzione della controversa questione circa la sussistenza della riserva di giurisdizione in favore del giudice contabile e sui profili di compatibilità del c.d. «doppio binario pieno» col principio del ne bis in idem, e della conseguente duplicazione di giudizio risarcitorio, In particolare, si analizza la questione alla luce del principio secondo il quale la giurisdizione contabile e da considerarsi «esclusiva» individuando nella Corte dei conti il giudice «naturale» nelle materie di contabilità pubblica e demandando al giudice penale l'accertamento della mera sussistenza del pregiudizio nei confronti della pubblica amministrazione costituita parte civile.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)-
Numero di pagine24
RivistaDIRITTO E PROCESSO AMMINISTRATIVO
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo

@article{928fbcd987e54967ad1d5c81c3276916,
title = "IL DOPPIO PROCESSO A FINALITA' RISARCITORIA DEL DANNO ERARIALE TRA LE SENTENZA DELLA CORTE EDU 'RIGOLIO' ED IL CODICE DELLA GIUSTIZIA CONTABILE",
abstract = "II contributo esamina il tema della giurisdizione sul danno alla pubblica amministrazione nel caso di doppio processo a finalit{\`a} risarcitoria del danno erariale, traendo spunto dalla sentenza della Corte EDU 'Rigolio' (13 maggio 2014, su ricorso n. 20148/09) ed anche alla luce della recente entrata in vigore del d.lgs. 26 agosto 2016, n. 174, con il quale e stato approvato il «Codice di giustizia contabile» ai sensi dell'articolo 20 della legge 7 agosto 2015, n.124. Nonostante la delega legislativa indicasse esplicitamente quale obiettivo principale «la concentrazione delle tutele spettanti alla cognizione della giurisdizione contabile», alla successiva attuazione non pu{\`o}, tuttavia, attribuirsi il merito di aver risolto l'annosa questione del doppio processo a finalit{\`a} risarcitoria del danno erariale. L'importante sentenza 'Rigolio', riferita all'ordinamento italiano, offre taluni riferimenti alla risoluzione della controversa questione circa la sussistenza della riserva di giurisdizione in favore del giudice contabile e sui profili di compatibilit{\`a} del c.d. «doppio binario pieno» col principio del ne bis in idem, e della conseguente duplicazione di giudizio risarcitorio, In particolare, si analizza la questione alla luce del principio secondo il quale la giurisdizione contabile e da considerarsi «esclusiva» individuando nella Corte dei conti il giudice «naturale» nelle materie di contabilit{\`a} pubblica e demandando al giudice penale l'accertamento della mera sussistenza del pregiudizio nei confronti della pubblica amministrazione costituita parte civile.",
author = "Gaetano Armao",
year = "2017",
language = "Italian",
pages = "--",
journal = "DIRITTO E PROCESSO AMMINISTRATIVO",
issn = "1971-6974",

}

TY - JOUR

T1 - IL DOPPIO PROCESSO A FINALITA' RISARCITORIA DEL DANNO ERARIALE TRA LE SENTENZA DELLA CORTE EDU 'RIGOLIO' ED IL CODICE DELLA GIUSTIZIA CONTABILE

AU - Armao, Gaetano

PY - 2017

Y1 - 2017

N2 - II contributo esamina il tema della giurisdizione sul danno alla pubblica amministrazione nel caso di doppio processo a finalità risarcitoria del danno erariale, traendo spunto dalla sentenza della Corte EDU 'Rigolio' (13 maggio 2014, su ricorso n. 20148/09) ed anche alla luce della recente entrata in vigore del d.lgs. 26 agosto 2016, n. 174, con il quale e stato approvato il «Codice di giustizia contabile» ai sensi dell'articolo 20 della legge 7 agosto 2015, n.124. Nonostante la delega legislativa indicasse esplicitamente quale obiettivo principale «la concentrazione delle tutele spettanti alla cognizione della giurisdizione contabile», alla successiva attuazione non può, tuttavia, attribuirsi il merito di aver risolto l'annosa questione del doppio processo a finalità risarcitoria del danno erariale. L'importante sentenza 'Rigolio', riferita all'ordinamento italiano, offre taluni riferimenti alla risoluzione della controversa questione circa la sussistenza della riserva di giurisdizione in favore del giudice contabile e sui profili di compatibilità del c.d. «doppio binario pieno» col principio del ne bis in idem, e della conseguente duplicazione di giudizio risarcitorio, In particolare, si analizza la questione alla luce del principio secondo il quale la giurisdizione contabile e da considerarsi «esclusiva» individuando nella Corte dei conti il giudice «naturale» nelle materie di contabilità pubblica e demandando al giudice penale l'accertamento della mera sussistenza del pregiudizio nei confronti della pubblica amministrazione costituita parte civile.

AB - II contributo esamina il tema della giurisdizione sul danno alla pubblica amministrazione nel caso di doppio processo a finalità risarcitoria del danno erariale, traendo spunto dalla sentenza della Corte EDU 'Rigolio' (13 maggio 2014, su ricorso n. 20148/09) ed anche alla luce della recente entrata in vigore del d.lgs. 26 agosto 2016, n. 174, con il quale e stato approvato il «Codice di giustizia contabile» ai sensi dell'articolo 20 della legge 7 agosto 2015, n.124. Nonostante la delega legislativa indicasse esplicitamente quale obiettivo principale «la concentrazione delle tutele spettanti alla cognizione della giurisdizione contabile», alla successiva attuazione non può, tuttavia, attribuirsi il merito di aver risolto l'annosa questione del doppio processo a finalità risarcitoria del danno erariale. L'importante sentenza 'Rigolio', riferita all'ordinamento italiano, offre taluni riferimenti alla risoluzione della controversa questione circa la sussistenza della riserva di giurisdizione in favore del giudice contabile e sui profili di compatibilità del c.d. «doppio binario pieno» col principio del ne bis in idem, e della conseguente duplicazione di giudizio risarcitorio, In particolare, si analizza la questione alla luce del principio secondo il quale la giurisdizione contabile e da considerarsi «esclusiva» individuando nella Corte dei conti il giudice «naturale» nelle materie di contabilità pubblica e demandando al giudice penale l'accertamento della mera sussistenza del pregiudizio nei confronti della pubblica amministrazione costituita parte civile.

UR - http://hdl.handle.net/10447/276320

M3 - Article

SP - -

JO - DIRITTO E PROCESSO AMMINISTRATIVO

JF - DIRITTO E PROCESSO AMMINISTRATIVO

SN - 1971-6974

ER -