Il diritto d'asilo nell'ordinamento italiano: struttura, garanzie, effettività

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il contributo analizza il tema della posizione costituzionale del diritto d''asilo nell''esperienza italiana muovendo da una ricostruzione del dato normativo sia nella disciplina di livello costituzionale, sia nel diritto interno che nel diritto internazionale e dell''Unione europea. L''analisi condotta mostra come l''istituto dell''asilo abbia origini remote e quale significato abbia la "costituzionalizzazione" del "diritto" d''asilo sul piano della teoria delle situazioni giuridiche soggettive e sotto il profilo dell''interpretazione, attuazione ed applicazione della disciplina costituzionale (con particolare attenzione all''esegesi degli artt. 2, 3, 10 commi 2, 3, 4 Cost. it.). Lo studio condotto mostra come si siano alternate nelle ricostruzioni dottrinali e nella giurisprudenza interna posizioni orientate a riconoscere la "drittwirkung" delle norme desumibili dall''art. 10 c. 3° Cost. e posizioni orientate a "depotenziare" la precettività della disciplina costituzionale, sino a giungere a tentativi di "ridimensionamento" del campo di applicazione del diritto d''asilo in favore di altri regimi di protezione "internazionale" dello straniero, disciplinati a livello internazionale, "comunitario" (successivamente all''attuazione del TIT. IV TCE, post Trattato di Amsterdam) e CEDU (in base ad una certa interpretazione dell''art. 3 CEDU e della disciplina sui limiti all''espulsione e al "refoulement" dello straniero). L''analisi mira a dimostrare l''autonomia della forma di tutela garantita dall''art. 10 c. 3° Cost. it. ai non cittadini (il diritto d''asilo è un vero e proprio "diritto" soggettivo di livello costituzionale) e a ricostruirne caratteri, presupposti, contenuto, ambito di applicazione. Lo studio condotto consente di differenziare tale istituto dagli altri regimi di protezione dello straniero, i quali, tuttavia, presentano livelli di effettività differenti e ben maggiori dell''asilo sia a causa della natura delle fonti che li disciplinano, sia a causa della loro "struttura" (meglio definita da fonti sub-costituzionali, internazionali e UE). Lo studio mostra quindi il "paradosso" del diritto d''asilo, che, pur potendo essere anche configurato come principio supremo dell''ordinamento costituzionale italiano sulla base di diversi argomenti di teoria dei diritti costituzionali nell''ordinamento italiano, appare privato di piena effettività in favore di altri regimi di protezione, di derivazione internazionale e comunitaria, meno "garantiti" a livello costituzionale.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa tutela dei diritti umani in Europa. Tra sovranità statale e ordinamenti sovranazionali
Pagine297-333
Numero di pagine36
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo

Cavasino, E. (2010). Il diritto d'asilo nell'ordinamento italiano: struttura, garanzie, effettività. In La tutela dei diritti umani in Europa. Tra sovranità statale e ordinamenti sovranazionali (pagg. 297-333)