Il corallo apotropaico e la Santa Patrona

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Si sottolinea la diffusione della devozione di Santa Rosalia dopo il rinvenimento delle sue ossa sul monte Pellegrino che si allarga dalla Sicilia all'Italia e alla Spagna e genera un fiorire di opere in corallo dedicate alla Vergine palermitana realizzate dalla maestranza trapanese. Tra le opere più significative emergono i carri di trionfo con Santa Rosalia in corallo eseguiti tra la fine del Seicento e gli inizi del secolo successivo dalle maestranze trapanesi e palermitane che si ispirano al repertorio decorativo degli architetti del Senato palermitano Paolo e Giacomo Amato con la collaborazione di Antonino Grano. Tali manufatti, custoditi anche in importanti collezioni spagnole, come quella di Siviglia, attestano la varietà e la ricchezza di questa tipologia di opere d'arte
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCorallo per Santa Rosalia tra Sicilia e Spagna
Pagine16-29
Numero di pagine14
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Serie di pubblicazioni

NomeDigitalia Rara

Cita questo