Il Codex DCCCIX (DCCCXIII) della Biblioteca Capitolare di Verona: «prima trascrizione delle Istituzioni di Gaio» o «copia del tutto inservibile»?

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Partendo da una considerazione critica della tesi avanzata da Briguglio nel libro intitolato "La prima trascrizione delle Istituzioni di Gaio. Il Codex DCCCIX (DCCCXIII) Gaii Institutionum Libri della Biblioteca Capitolare di Verona" (2013), si contesta l'idea che la trascrizione parziale delle Istituzioni di Gaio ancor oggi custodita nella Biblioteca Capitolare di Verona (Codex DCCCIX) sia la prima versione in bella copia dei lavori di trascrizione del palinsesto gaiano (Verona, Biblioteca Capitolare, Codex XVI. Un esame più completo del Codex DCCCIX confrontato con le trascrizioni complete conservate nella Staatsbibliothek zu Berlin (Ms. lat. Fol. 308), infatti, dimostra che tale tesi non può condividersi e che la riproduzione integrale del Codex DCCCIX non è di alcuna utilità per una migliore 'constitutio textus delle Istituzioni di Gaio'.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)31-60
Numero di pagine30
RivistaINDEX. QUADERNI CAMERTI DI STUDI ROMANISTICI
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Cita questo