Il cappero: analisi desk sui flussi di commercializzazione in Italia e nei principali Paesi competitors

Risultato della ricerca: Article

Abstract

In questi ultimi anni, il commercio di cappero, a livello internazionale, ha fatto registrare un trend positivo rappresentato da uno scambio di prodotto pari, secondo dati forniti dal COMTRADE, a circa 3 mila tonnellate. A fronte di tali incrementi, in Italia, la superficie investita a cappero è scesa drasticamente, passando da circa 1000 ha nel ’83 a circa 170 ha nel 2006. Ciò, presumibilmente, è dovuto alla carente attuazione di sapienti strategie di marketing sul prodotto cappero da parte degli imprenditori agricoli.In quest’ottica, nell’ambito del progetto “IL CAPPERO DELLE ISOLE MINORI”, è stata avviata una ricerca con lo scopo di elaborare un piano strategico di rilancio del comparto cappero in Sicilia, evidenziando quali strategie devono esser adottate dalle imprese e dalle strutture pubbliche deputate (Regione, Comuni, Enti). La ricerca, articolata in più fasi, ha previsto inizialmente uno studio desk, per una prima valutazione delle produzioni coltivate e commercializzate sia in Italia che nel mondo, e una fase “field” volta allo studio comparativo del modus operandi in ambito commerciale e di marketing delle imprese siciliane. La fase finale ha previsto una indagine quanti-qualitativa sui consumatori, al fine di evidenziare le modalità di consumo di tale frutto. In questo lavoro vengono riportati i risultati relativi alla prima fase dell’indagine.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)789-796
Numero di pagine8
RivistaItalian Journal of Agronomy
VolumeVol. 4
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo