Il capitale sociale e la rete partecipativa

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nella “regia” della curatrice il tema del capitale sociale è messo in relazione alle reti comunicative dei new media e alle stesse culture di partecipazione che animano la società civile. L’ampiezza di orizzonti interpretativi in cui il concetto di capitale sociale viene declinato in ambito pluridisciplinare, trova nel volume una reductio sensu, una recinzione categorematica che lo interrela anche alla società meridionale e ai cambiamenti in essa verificatisi nel corso degli ultimi anni.Studiosi autorevoli (Colozzi, De Nicola, Boccia Altiri, Ferrucci, Bartholini et Al.) si confrontano quindi all’interno di una tripartizione concettuale, tracciata dalla curatrice, che mette in relazione le prospettive storico-concettuali del c.s. con le attuali reti comunicative e le modalità procedurali delle culture di partecipazione, offrendo originali approfondimenti, in grado di avviare e alimentare un dibattito relativo alle questioni trattate in ambito sociologico.Come scrive Vincenzo Cesareo, nella prefazione al volume, «tematizzare il rapporto tra capitale sociale, reti comunicative e culture di partecipazione si presenta come particolarmente utile e necessaria non solo per la rilevanza in sé della questione, ma anche per la declinazione di tale rapporto nell’ambito della realtà del Mezzogiorno d’Italia». È quello che cerca di fare l’autrice del saggio, curatrice altresì dello stesso volume, che partendo da una breve ridefinizione dei concetti di società civile e capitale sociale, rintraccia nell’apporto degli strumenti di comunicazione tradizionale e di quelli più recenti della comunicazione telematica un plausibile contributo incrementale alla partecipazione democratica, che favorisca la formazione di “società civile istituente”.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCapitale sociale, reti comunicative e culture di partecipazione
Pagine125-140
Stato di pubblicazionePublished - 2008

Cita questo