Identità in pezzi: ricostruzione, reinterpretazione,riscoperta della propria realtà urbana

Risultato della ricerca: Other

Abstract

La città oggi è un caleidoscopio composto damolteplici visioni, scenari, vissuti: le infiniteesperienze che i suoi abitanti vivono quotidianamentesono sempre più frammentarie eisolate. Il recupero del senso identitario è allabase della riscoperta del valore e del sensodella coesione sociale, ed entra a far parte apieno titolo delle operazioni di recupero e ricostruzioneconseguenti ad un evento catastroficocome il sisma. La città infatti non è solo unluogo fisico, o un luogo di scambio commercialeo di produzione di beni e servizi, ma èprincipalmente un luogo sociale che determinala nascita di interazioni tra cittadini, di scambiculturali, di un senso collettivo della vita edi tutte le attività ad essa correlate. Quandocrolla fisicamente parte del contesto fisico urbano,viene meno una parte della storia, dellariconoscibilità della città stessa, e dunque vieneirrimediabilmente compromessa la sua identitàpresente, nonché la sua aspettativa di futuro.Ecco perché anche la legislazione relativa agliaspetti burocratici di tale ricostruzione non puòrimanere esente da un’attenzione alla componentesociale e simbolica della città in sensoampio. Nello specifico viene analizzata la legge varata il 18/12/2012 per l’Emilia Romagna, in seguito all’evento sismico verificatosi a maggio del 2012 che risulta estremamente interessante in quanto è caratterizzata da una tendenza al mantenimento, dove possibile, del tessuto edilizio originario, e al contenimento dello sprawl nelle zone rurali.
Lingua originaleItalian
Pagine196-200
Numero di pagine5
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Cita questo