I segni Parlano. Prospettive di Ricerca sulla Lingua dei Segni Italiana

Sabina Fontana

Risultato della ricerca: Other report

Abstract

I segni parlano perché cominciano a farsi più visibili nella società italiana: le ricerche sulla Lingua dei Segni Italiana (LIS) – avviate in modo sistematico in Italia dagli inizi degli anni ‘80 – sono aumentate rispetto a diversi anni fa, così come è aumentata la consapevolezza dell’importanza di questa lingua, non solo per le persone sorde. È una lingua infatti che sempre più persone – familiari, amici e colleghi di persone sorde, operatori, insegnanti, studenti – desiderano apprendere ed utilizzare non solo per necessità ma per avvicinarsi a nuove modalità comunicative. Una lingua che purtroppo ancora oggi sente il peso del pregiudizio e fatica a liberarsi di quel senso di inferiorità rispetto alle lingue vocali, come avviene per le lingue di tradizione orale rispetto a quelle dotate di scrittura, sia nell’opinione comune che in ambiti istituzionali. A differenza di altri paesi infatti la lingua dei segni non ha ancora un riconoscimento ufficiale, una situazione che ha ampie ripercussioni negative sulla sua diffusione e sull’integrazione sociale delle persone sorde.La LIS vuole dare voce, per questo parla a tutti per farsi visibile, per farsi conoscere da tutti. Questo volume non è soltanto una raccolta di ricerche di linguistica e psicolinguistica condotte negli ultimi anni in Italia e presentate in occasione del 3° Convegno Nazionale sulla Lingua dei Segni. Nel corso degli ultimi decenni, la ricerca sulla lingua dei segni ha realizzato silenziosamente piccole rivoluzioni sul modo di intendere la lingua.In queste pagine si mostra come la linguistica della lingua dei segni si sia liberata dei suoi obbiettivi rivendicativi ed affronti questioni di grande interesse che riguardano non soltanto le lingue segnate ma il linguaggio umano stesso ed i suoi innumerevoli mezzi del significare.
Lingua originaleItalian
EditoreFRANCO ANGELI
Numero di pagine224
ISBN (stampa)13: 9788856802702
Stato di pubblicazionePublished - 2008
Pubblicato esternamenteYes

Serie di pubblicazioni

NomeVarie

Cita questo

I segni Parlano. Prospettive di Ricerca sulla Lingua dei Segni Italiana. / Fontana, Sabina.

FRANCO ANGELI, 2008. 224 pag. (Varie).

Risultato della ricerca: Other report

Fontana S. I segni Parlano. Prospettive di Ricerca sulla Lingua dei Segni Italiana. FRANCO ANGELI, 2008. 224 pag. (Varie).
Fontana, Sabina. / I segni Parlano. Prospettive di Ricerca sulla Lingua dei Segni Italiana. FRANCO ANGELI, 2008. 224 pag. (Varie).
@book{6e5f5f0c7c284da98af27f696129f339,
title = "I segni Parlano. Prospettive di Ricerca sulla Lingua dei Segni Italiana",
abstract = "I segni parlano perch{\'e} cominciano a farsi pi{\`u} visibili nella societ{\`a} italiana: le ricerche sulla Lingua dei Segni Italiana (LIS) – avviate in modo sistematico in Italia dagli inizi degli anni ‘80 – sono aumentate rispetto a diversi anni fa, cos{\`i} come {\`e} aumentata la consapevolezza dell’importanza di questa lingua, non solo per le persone sorde. {\`E} una lingua infatti che sempre pi{\`u} persone – familiari, amici e colleghi di persone sorde, operatori, insegnanti, studenti – desiderano apprendere ed utilizzare non solo per necessit{\`a} ma per avvicinarsi a nuove modalit{\`a} comunicative. Una lingua che purtroppo ancora oggi sente il peso del pregiudizio e fatica a liberarsi di quel senso di inferiorit{\`a} rispetto alle lingue vocali, come avviene per le lingue di tradizione orale rispetto a quelle dotate di scrittura, sia nell’opinione comune che in ambiti istituzionali. A differenza di altri paesi infatti la lingua dei segni non ha ancora un riconoscimento ufficiale, una situazione che ha ampie ripercussioni negative sulla sua diffusione e sull’integrazione sociale delle persone sorde.La LIS vuole dare voce, per questo parla a tutti per farsi visibile, per farsi conoscere da tutti. Questo volume non {\`e} soltanto una raccolta di ricerche di linguistica e psicolinguistica condotte negli ultimi anni in Italia e presentate in occasione del 3° Convegno Nazionale sulla Lingua dei Segni. Nel corso degli ultimi decenni, la ricerca sulla lingua dei segni ha realizzato silenziosamente piccole rivoluzioni sul modo di intendere la lingua.In queste pagine si mostra come la linguistica della lingua dei segni si sia liberata dei suoi obbiettivi rivendicativi ed affronti questioni di grande interesse che riguardano non soltanto le lingue segnate ma il linguaggio umano stesso ed i suoi innumerevoli mezzi del significare.",
keywords = "Iconicit{\`a}, Lingua dei Segni Italiana, Linguistica, Signwriting",
author = "Sabina Fontana",
year = "2008",
language = "Italian",
isbn = "13: 9788856802702",
series = "Varie",
publisher = "FRANCO ANGELI",

}

TY - BOOK

T1 - I segni Parlano. Prospettive di Ricerca sulla Lingua dei Segni Italiana

AU - Fontana, Sabina

PY - 2008

Y1 - 2008

N2 - I segni parlano perché cominciano a farsi più visibili nella società italiana: le ricerche sulla Lingua dei Segni Italiana (LIS) – avviate in modo sistematico in Italia dagli inizi degli anni ‘80 – sono aumentate rispetto a diversi anni fa, così come è aumentata la consapevolezza dell’importanza di questa lingua, non solo per le persone sorde. È una lingua infatti che sempre più persone – familiari, amici e colleghi di persone sorde, operatori, insegnanti, studenti – desiderano apprendere ed utilizzare non solo per necessità ma per avvicinarsi a nuove modalità comunicative. Una lingua che purtroppo ancora oggi sente il peso del pregiudizio e fatica a liberarsi di quel senso di inferiorità rispetto alle lingue vocali, come avviene per le lingue di tradizione orale rispetto a quelle dotate di scrittura, sia nell’opinione comune che in ambiti istituzionali. A differenza di altri paesi infatti la lingua dei segni non ha ancora un riconoscimento ufficiale, una situazione che ha ampie ripercussioni negative sulla sua diffusione e sull’integrazione sociale delle persone sorde.La LIS vuole dare voce, per questo parla a tutti per farsi visibile, per farsi conoscere da tutti. Questo volume non è soltanto una raccolta di ricerche di linguistica e psicolinguistica condotte negli ultimi anni in Italia e presentate in occasione del 3° Convegno Nazionale sulla Lingua dei Segni. Nel corso degli ultimi decenni, la ricerca sulla lingua dei segni ha realizzato silenziosamente piccole rivoluzioni sul modo di intendere la lingua.In queste pagine si mostra come la linguistica della lingua dei segni si sia liberata dei suoi obbiettivi rivendicativi ed affronti questioni di grande interesse che riguardano non soltanto le lingue segnate ma il linguaggio umano stesso ed i suoi innumerevoli mezzi del significare.

AB - I segni parlano perché cominciano a farsi più visibili nella società italiana: le ricerche sulla Lingua dei Segni Italiana (LIS) – avviate in modo sistematico in Italia dagli inizi degli anni ‘80 – sono aumentate rispetto a diversi anni fa, così come è aumentata la consapevolezza dell’importanza di questa lingua, non solo per le persone sorde. È una lingua infatti che sempre più persone – familiari, amici e colleghi di persone sorde, operatori, insegnanti, studenti – desiderano apprendere ed utilizzare non solo per necessità ma per avvicinarsi a nuove modalità comunicative. Una lingua che purtroppo ancora oggi sente il peso del pregiudizio e fatica a liberarsi di quel senso di inferiorità rispetto alle lingue vocali, come avviene per le lingue di tradizione orale rispetto a quelle dotate di scrittura, sia nell’opinione comune che in ambiti istituzionali. A differenza di altri paesi infatti la lingua dei segni non ha ancora un riconoscimento ufficiale, una situazione che ha ampie ripercussioni negative sulla sua diffusione e sull’integrazione sociale delle persone sorde.La LIS vuole dare voce, per questo parla a tutti per farsi visibile, per farsi conoscere da tutti. Questo volume non è soltanto una raccolta di ricerche di linguistica e psicolinguistica condotte negli ultimi anni in Italia e presentate in occasione del 3° Convegno Nazionale sulla Lingua dei Segni. Nel corso degli ultimi decenni, la ricerca sulla lingua dei segni ha realizzato silenziosamente piccole rivoluzioni sul modo di intendere la lingua.In queste pagine si mostra come la linguistica della lingua dei segni si sia liberata dei suoi obbiettivi rivendicativi ed affronti questioni di grande interesse che riguardano non soltanto le lingue segnate ma il linguaggio umano stesso ed i suoi innumerevoli mezzi del significare.

KW - Iconicità

KW - Lingua dei Segni Italiana

KW - Linguistica

KW - Signwriting

UR - http://hdl.handle.net/10447/53287

M3 - Other report

SN - 13: 9788856802702

T3 - Varie

BT - I segni Parlano. Prospettive di Ricerca sulla Lingua dei Segni Italiana

PB - FRANCO ANGELI

ER -