I Fondi strutturali e lo sviluppo del Mezzogiorno: il ciclo di programmazione 2000-2006. Una storia di successo?

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Inaugurata nel 1989 la politica regionale ha ormai raggiunto i vent’anni di attuazione. Nel 2013, anno in cui è prevista la conclusione dell’attuale ciclo di programmazione dei fondi strutturali (e probabilmente l’uscita del nostro Mezzogiorno dalle aree dell’Obiettivo 1), gli anni saranno quasi 25. Appare un tempo più che sufficiente per trarre alcuni bilanci. Per il Mezzogiorno d’Italia la politica di coesione comunitaria è stata una politica di successo? Anche se può apparire provocatoria la domanda appare legittima se si sposta la lente d’analisi dalla quantità della spesa effettuata all’interno dei vari cicli (quattro) di programmazione alla qualità e alla stabilità dei risultati ottenuti. L’obiettivo di questo lavoro è duplice: predisporre alcune utili categorie di analisi (apprendimento, rendimento e valutazione) e verificare, attraverso l’analisi comparativa tra il ciclo 1994-1999 e il ciclo 2000-2006, se i risultati raggiunti sono coerenti con gli obiettivi programmati dai fondi strutturali.
Lingua originaleUndefined/Unknown
pagine (da-a)413-444
Numero di pagine32
RivistaSTUDI DI SOCIOLOGIA
Volume4
Stato di pubblicazionePublished - 2009

Cita questo