I barbari attraversano il Danubio: per una rilettura di alcuni frammenti di Eunapio di Sardi

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

I frammenti 42, 55 e 60 Müller di Eunapio di Sardi offrono una ricostruzione dei rapporti romano-barbarici lungo il limes danubiano nel 376 ed in età teodosiana, che predilige la lettura etica rispetto a quella sociale. Improntando ai concetti di slealtà ed ingratitudine la rappresentazione dei Goti, Eunapio attribuisce ai barbari un progetto originario di conquista dell’impero, concepito a seguito della politica imperiale di insediamento di tribù barbariche entro i confini agevolato dalla strumentale ed insincera professione di fede cristiana. Rispetto a tale quadro la fedeltà di Fravitta, coniugata al suo sincero rispetto per i culti tradizionali, incarna la voce di una minoranza.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteRoma e i ‘diversi’. Confini geografici, barriere culturali, distinzioni di genere nelle fonti letterarie ed epigrafiche fra età repubblicana e Tarda Antichità
Pagine56-72
Numero di pagine17
Stato di pubblicazionePublished - 2018

Serie di pubblicazioni

NomeSTUDI SUL MONDO ANTICO

Cita questo