Grattacieli. The Will to Believe

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il saggio sui grattacieli affronta la nascita e lo sviluppo, sia in termini formali sia tecnologici, sia economici che sociali, degli edifici "alti" a NYC. Essi, nati intorno alla seconda metà del XIX secolo, caratterizzarono ampie porzioni della città. In primo luogo Downtown, e successivamente Midtown. Lo sviluppo di tale Edificio che ebbe una enorme importanza anche a livello del paesaggio urbano percepito (lo skyline) avvenne al di fuori di un Piano, inteso secondo il modello urbanistico europeo. Le localizzazioni degli edifici, infatti, venivano decise via via, seguendo iniziative di soggetti, sia compresi tra il gruppo degli stakeholders sia tra gli immobiliaristi, sia per iniziativa di singoli imprenditori, capitani di industria, finanzieri, che investivano capitali nella costruzione di un singolo Skyscraper, certi di un ritorno, sia economico, sia a livello di immagine. Visti in tal senso I Grattacieli newyorkesi non sono solo semplici edifici, ma sono motori urbani dello sviluppo economico e generatori di trasformazione della città, della sua "forma" e degli aspetti sociali.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1-6
Numero di pagine6
RivistaDIALOGHI MEDITERRANEI
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo