Gli onori civici ai comandanti: il caso di Ilio tra guerre piratiche e mitridatiche

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

L’analisi di due iscrizioni onorarie per comandanti dedicate dalla città di Ilio consente di acquisire utili informazioni sul rapporto della polis con Roma nel periodo compreso fra 80 a.C e la conclusione della spedizione di Pompeo in Oriente, confermando il quadro offerto dalle fonti letterarie di fedeltà all’imperium Romanum. Il primo documento illustra il modo in cui Ilio ottiene il soccorso di una comunità vicina per ordine del proconsole romano d’Asia, probabilmente per difendersi da attacchi di pirati, ed offre un esempio delle procedure attraverso cui una città quale Ilio, nella sua posizione privilegiata di eleutheria, poteva usufruire di aiuto militare. Il secondo documento onora Pompeo con un linguaggio che rinvia alla dimensione ecumenica delle conquiste del generale romano e prelude, anche nella menzione dei neoi fra i dedicanti, alle forme di omaggio nei confronti degli imperatori romani, quale recupero del culto per i sovrani in uso presso le città ellenistiche.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)114-127
Numero di pagine14
RivistaHORMOS
Volume2, 2010
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo