Forme in scena

Silvia Cattiodoro

Risultato della ricerca: Other report

Abstract

L’architettura delle sale teatrali stabilisce una filiera naturale con lo spazio scenico, i tipi teatrali e la loro messa in scena non solo come successione materiale dello spazio e nel tempo ma soprattutto come relazione interna ai contenuti e ai modi esecutivi che ognuna di queste entità sviluppa in sequenza con le altre. Si viene così a creare un rapporto continuo di “progressive accoglienze” tra un sistema ospitante e il suo contenuto,tanto che ogni entità porta il rapporto forma-funzione a predisporre e determinare l’oggetto che ospita più che a palesare la sola rappresentazione di se stesso.Il volume affronta lo studio di tale consequenzialità attraverso le riflessioni e le esperienze di tre corsi tenuti presso lo IUAV di Venezia: Architettura degli Interni, sul riuso di edifici storici destinati a teatri o auditorium,Progettazione Scenica, dedicato al disegno e all’allestimento delle scene, infine, il Laboratorio Sperimentale approdato alla messa in scena dell’opera “L’Angelo e l’Aura” al Teatro Malibran.
Lingua originaleItalian
EditoreLIBRERIA UNIVERSITARIA
Numero di pagine170
ISBN (stampa)886292027X
Stato di pubblicazionePublished - 2010
Pubblicato esternamenteYes

Serie di pubblicazioni

NomeStudi e progetti

Cita questo

Cattiodoro, S. (2010). Forme in scena. (Studi e progetti). LIBRERIA UNIVERSITARIA.

Forme in scena. / Cattiodoro, Silvia.

LIBRERIA UNIVERSITARIA, 2010. 170 pag. (Studi e progetti).

Risultato della ricerca: Other report

Cattiodoro, S 2010, Forme in scena. Studi e progetti, LIBRERIA UNIVERSITARIA.
Cattiodoro S. Forme in scena. LIBRERIA UNIVERSITARIA, 2010. 170 pag. (Studi e progetti).
Cattiodoro, Silvia. / Forme in scena. LIBRERIA UNIVERSITARIA, 2010. 170 pag. (Studi e progetti).
@book{828d46db038f40eab6e408bdd6af2b2e,
title = "Forme in scena",
abstract = "L’architettura delle sale teatrali stabilisce una filiera naturale con lo spazio scenico, i tipi teatrali e la loro messa in scena non solo come successione materiale dello spazio e nel tempo ma soprattutto come relazione interna ai contenuti e ai modi esecutivi che ognuna di queste entit{\`a} sviluppa in sequenza con le altre. Si viene cos{\`i} a creare un rapporto continuo di “progressive accoglienze” tra un sistema ospitante e il suo contenuto,tanto che ogni entit{\`a} porta il rapporto forma-funzione a predisporre e determinare l’oggetto che ospita pi{\`u} che a palesare la sola rappresentazione di se stesso.Il volume affronta lo studio di tale consequenzialit{\`a} attraverso le riflessioni e le esperienze di tre corsi tenuti presso lo IUAV di Venezia: Architettura degli Interni, sul riuso di edifici storici destinati a teatri o auditorium,Progettazione Scenica, dedicato al disegno e all’allestimento delle scene, infine, il Laboratorio Sperimentale approdato alla messa in scena dell’opera “L’Angelo e l’Aura” al Teatro Malibran.",
keywords = "Auditorium, Interni, Palcoscenico, Progettazione, Scenografia, Spettacolo, Teatro",
author = "Silvia Cattiodoro",
year = "2010",
language = "Italian",
isbn = "886292027X",
series = "Studi e progetti",
publisher = "LIBRERIA UNIVERSITARIA",

}

TY - BOOK

T1 - Forme in scena

AU - Cattiodoro, Silvia

PY - 2010

Y1 - 2010

N2 - L’architettura delle sale teatrali stabilisce una filiera naturale con lo spazio scenico, i tipi teatrali e la loro messa in scena non solo come successione materiale dello spazio e nel tempo ma soprattutto come relazione interna ai contenuti e ai modi esecutivi che ognuna di queste entità sviluppa in sequenza con le altre. Si viene così a creare un rapporto continuo di “progressive accoglienze” tra un sistema ospitante e il suo contenuto,tanto che ogni entità porta il rapporto forma-funzione a predisporre e determinare l’oggetto che ospita più che a palesare la sola rappresentazione di se stesso.Il volume affronta lo studio di tale consequenzialità attraverso le riflessioni e le esperienze di tre corsi tenuti presso lo IUAV di Venezia: Architettura degli Interni, sul riuso di edifici storici destinati a teatri o auditorium,Progettazione Scenica, dedicato al disegno e all’allestimento delle scene, infine, il Laboratorio Sperimentale approdato alla messa in scena dell’opera “L’Angelo e l’Aura” al Teatro Malibran.

AB - L’architettura delle sale teatrali stabilisce una filiera naturale con lo spazio scenico, i tipi teatrali e la loro messa in scena non solo come successione materiale dello spazio e nel tempo ma soprattutto come relazione interna ai contenuti e ai modi esecutivi che ognuna di queste entità sviluppa in sequenza con le altre. Si viene così a creare un rapporto continuo di “progressive accoglienze” tra un sistema ospitante e il suo contenuto,tanto che ogni entità porta il rapporto forma-funzione a predisporre e determinare l’oggetto che ospita più che a palesare la sola rappresentazione di se stesso.Il volume affronta lo studio di tale consequenzialità attraverso le riflessioni e le esperienze di tre corsi tenuti presso lo IUAV di Venezia: Architettura degli Interni, sul riuso di edifici storici destinati a teatri o auditorium,Progettazione Scenica, dedicato al disegno e all’allestimento delle scene, infine, il Laboratorio Sperimentale approdato alla messa in scena dell’opera “L’Angelo e l’Aura” al Teatro Malibran.

KW - Auditorium

KW - Interni

KW - Palcoscenico

KW - Progettazione

KW - Scenografia

KW - Spettacolo

KW - Teatro

UR - http://hdl.handle.net/10447/50502

M3 - Other report

SN - 886292027X

T3 - Studi e progetti

BT - Forme in scena

PB - LIBRERIA UNIVERSITARIA

ER -