Fibroelastosi endocardica congenita in coso di autopsia fetale per sospetta malpractice professionale. Caso clinico e revisione della letteratura

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Gli Autori presentano il caso di una donna giunta alla 39,4 settimana di gestazione, regolarmente sottoposta ad esami clinici e strumentali che evidenziavano un decorso regolare della gravidanza eccetto oligoamnios. La paziente espletava il parto con feto nato vivo ma non vitale. L'esame esterno del cadavere evidenziava esclusivamente cianosi generalizzata. L'esame autoptico ha evidenziato cardiomegalia con incremento di tutte le cavità cardiache con rapporto cardio-toracico 6.5/8.5 ed un aspetto porcellanaceo delle pareti ventricolari di sinistra. All'istologia tale ispessimento era causato da fibroelastosi diffusa dell'endocardio associata a marcata miocitolisi colliquativa del miocardio subendocardico. Si sottolineano gli emergenti possibili profili di responsabilità inerenti l'errore nella diagnosi pre-natale e nell'approccio terapeutico nella fase immediatamente successiva al parto.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)597-603
Numero di pagine7
RivistaZacchia
VolumeVolume XXV ottobre-dicembre 2007
Stato di pubblicazionePublished - 2007

Cita questo