Ernesto Basile e il ritratto. Percorsi tematici ed espositivi.

Risultato della ricerca: Other report

Abstract

La mostra, che ha inizio il 29 settembre a Palermo per la durata di nove giorni, ha luogo in un posto d’elezione, opera d’arte a sua volta e recentemente restaurata, il Villino Florio all’Olivuzza progettato dallo stesso Basile per Vincenzo Florio; dimora che la nota famiglia di imprenditori aveva scelto quale luogo di rappresentanza per ostentare la “modernità” di Palermo che stava vivendo i suoi anni più gloriosi. Sono previste quattro parti tematiche (Il disegno dal vero e la figura umana; L’album giovanile inedito; Il buen retiro; Studi di nudo), quattro percorsi all’interno del tema più ampio su “Ernesto Basile e il ritratto” (di cui sono presentate alcune letture in M. Marafon Pecoraro, Ernesto Basile e il ritratto. La figura umana nelle sue declinazioni, da poco pubblicato).La mostra, il libro e il catalogo hanno un carattere autonomo e interconnesso al tempo stesso. Il filo rosso che li lega è innanzitutto l’album di figure in costume (ulteriormente valorizzato dall’allestimento di Gea Milazzo e Nuccia Donato), in cui il giovane Ernesto Basile si cimenta in numerosi e minuziosi ritratti, ricchi di pose, espressioni, tipi umani diversamente abbigliati, e accompagnati da oggetti che, quasi come dei veri e propri attributi iconografici, svelano una “borghese e moderna iconologia”. Vengono esposte, infine, altre opere significative nella produzione di Ernesto Basile che vanno dai paesaggi, ai disegni di progetto, ai disegni naturalistici, ai ritratti familiari, aprendoci ai suoi luoghi più amati.
Lingua originaleItalian
Editore40due edizioni
Numero di pagine64
ISBN (stampa)9788898115051
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Cita questo

Ernesto Basile e il ritratto. Percorsi tematici ed espositivi. / Marrone, Eleonora.

40due edizioni, 2012. 64 pag.

Risultato della ricerca: Other report

@book{7425a21e02f84eb386c063194692911a,
title = "Ernesto Basile e il ritratto. Percorsi tematici ed espositivi.",
abstract = "La mostra, che ha inizio il 29 settembre a Palermo per la durata di nove giorni, ha luogo in un posto d’elezione, opera d’arte a sua volta e recentemente restaurata, il Villino Florio all’Olivuzza progettato dallo stesso Basile per Vincenzo Florio; dimora che la nota famiglia di imprenditori aveva scelto quale luogo di rappresentanza per ostentare la “modernit{\`a}” di Palermo che stava vivendo i suoi anni pi{\`u} gloriosi. Sono previste quattro parti tematiche (Il disegno dal vero e la figura umana; L’album giovanile inedito; Il buen retiro; Studi di nudo), quattro percorsi all’interno del tema pi{\`u} ampio su “Ernesto Basile e il ritratto” (di cui sono presentate alcune letture in M. Marafon Pecoraro, Ernesto Basile e il ritratto. La figura umana nelle sue declinazioni, da poco pubblicato).La mostra, il libro e il catalogo hanno un carattere autonomo e interconnesso al tempo stesso. Il filo rosso che li lega {\`e} innanzitutto l’album di figure in costume (ulteriormente valorizzato dall’allestimento di Gea Milazzo e Nuccia Donato), in cui il giovane Ernesto Basile si cimenta in numerosi e minuziosi ritratti, ricchi di pose, espressioni, tipi umani diversamente abbigliati, e accompagnati da oggetti che, quasi come dei veri e propri attributi iconografici, svelano una “borghese e moderna iconologia”. Vengono esposte, infine, altre opere significative nella produzione di Ernesto Basile che vanno dai paesaggi, ai disegni di progetto, ai disegni naturalistici, ai ritratti familiari, aprendoci ai suoi luoghi pi{\`u} amati.",
author = "Eleonora Marrone",
year = "2012",
language = "Italian",
isbn = "9788898115051",
publisher = "40due edizioni",

}

TY - BOOK

T1 - Ernesto Basile e il ritratto. Percorsi tematici ed espositivi.

AU - Marrone, Eleonora

PY - 2012

Y1 - 2012

N2 - La mostra, che ha inizio il 29 settembre a Palermo per la durata di nove giorni, ha luogo in un posto d’elezione, opera d’arte a sua volta e recentemente restaurata, il Villino Florio all’Olivuzza progettato dallo stesso Basile per Vincenzo Florio; dimora che la nota famiglia di imprenditori aveva scelto quale luogo di rappresentanza per ostentare la “modernità” di Palermo che stava vivendo i suoi anni più gloriosi. Sono previste quattro parti tematiche (Il disegno dal vero e la figura umana; L’album giovanile inedito; Il buen retiro; Studi di nudo), quattro percorsi all’interno del tema più ampio su “Ernesto Basile e il ritratto” (di cui sono presentate alcune letture in M. Marafon Pecoraro, Ernesto Basile e il ritratto. La figura umana nelle sue declinazioni, da poco pubblicato).La mostra, il libro e il catalogo hanno un carattere autonomo e interconnesso al tempo stesso. Il filo rosso che li lega è innanzitutto l’album di figure in costume (ulteriormente valorizzato dall’allestimento di Gea Milazzo e Nuccia Donato), in cui il giovane Ernesto Basile si cimenta in numerosi e minuziosi ritratti, ricchi di pose, espressioni, tipi umani diversamente abbigliati, e accompagnati da oggetti che, quasi come dei veri e propri attributi iconografici, svelano una “borghese e moderna iconologia”. Vengono esposte, infine, altre opere significative nella produzione di Ernesto Basile che vanno dai paesaggi, ai disegni di progetto, ai disegni naturalistici, ai ritratti familiari, aprendoci ai suoi luoghi più amati.

AB - La mostra, che ha inizio il 29 settembre a Palermo per la durata di nove giorni, ha luogo in un posto d’elezione, opera d’arte a sua volta e recentemente restaurata, il Villino Florio all’Olivuzza progettato dallo stesso Basile per Vincenzo Florio; dimora che la nota famiglia di imprenditori aveva scelto quale luogo di rappresentanza per ostentare la “modernità” di Palermo che stava vivendo i suoi anni più gloriosi. Sono previste quattro parti tematiche (Il disegno dal vero e la figura umana; L’album giovanile inedito; Il buen retiro; Studi di nudo), quattro percorsi all’interno del tema più ampio su “Ernesto Basile e il ritratto” (di cui sono presentate alcune letture in M. Marafon Pecoraro, Ernesto Basile e il ritratto. La figura umana nelle sue declinazioni, da poco pubblicato).La mostra, il libro e il catalogo hanno un carattere autonomo e interconnesso al tempo stesso. Il filo rosso che li lega è innanzitutto l’album di figure in costume (ulteriormente valorizzato dall’allestimento di Gea Milazzo e Nuccia Donato), in cui il giovane Ernesto Basile si cimenta in numerosi e minuziosi ritratti, ricchi di pose, espressioni, tipi umani diversamente abbigliati, e accompagnati da oggetti che, quasi come dei veri e propri attributi iconografici, svelano una “borghese e moderna iconologia”. Vengono esposte, infine, altre opere significative nella produzione di Ernesto Basile che vanno dai paesaggi, ai disegni di progetto, ai disegni naturalistici, ai ritratti familiari, aprendoci ai suoi luoghi più amati.

UR - http://hdl.handle.net/10447/110060

M3 - Other report

SN - 9788898115051

BT - Ernesto Basile e il ritratto. Percorsi tematici ed espositivi.

PB - 40due edizioni

ER -