Epidemiologia della tubercolosi in Sicilia: attività del Laboratorio di Riferimento Regionale per la Sorveglianza e il Controllo della Tubercolosi in Sicilia

Risultato della ricerca: Meeting Abstract

Abstract

Introduzione In Sicilia dal 2014 è stato istituito dall’Assessorato Regionale alla Salute il Laboratorio di Riferimento Regionale per la Sorveglianza ed il Controllo della Tubercolosi (TB), per sviluppare e integrare strumenti epidemiologici tradizionali e molecolari in una regione in cui intensi flussi migratori, insediamenti stabili frutto di pregresse migrazioni ed evoluzione demografica della popolazione autoctona compongono un complesso quadro epidemiologico. Materiali e metodi Sono stati analizzati i flussi dei dati sanitari correnti del periodo 2010- 2017, in particolare le notifiche del Sistema Informativo delle Malattie Infettive e le Schede di Dimissione Ospedaliera. Dal 2014, il Laboratorio di Riferimento ha collezionato i ceppi di Mycobacterium tuberculosis (MTB) conferiti dalle strutture ospedaliere regionali, studiandone l’antibiotico-resistenza e l’epidemiologia molecolare, attraverso la tecnica MIRU/VNTR 24 loci. È stata valutata, inoltre, per il triennio 2014-2016, l’aderenza alla terapia antitubercolare dei casi confermati, incrociando i dati della farmaceutica territoriale, dei ceppi collezionati e dei flussi sanitari correnti. Risultati In Sicilia, la percentuale di notifica di TB è cresciuta dal 38,5%, nel 2010, al 67,3%, nel 2017, con un’ampio range tra le Aziende Sanitarie Provinciali. In questo periodo, la proporzione di casi confermati in soggetti non italiani è cresciuta dal 24,7% al 63,0%. Nel periodo 2014-2018 sono stati collezionati 487 ceppi di cui 26 MDR e 2 XDR, provenienti da pazienti di 5 diverse nazionalità. La tipizzazione molecolare degli isolati ha mostrato una grande eterogeneità dei principali lineages; tra questi sono emersi 42 clonal complexes di cui, nel 2017, un cluster composto da MDRO. Relativamente alla valutazione del follow up terapeutico e in accordo con le linee guida ministeriali sul trattamento della TB, il 28,6% dei 1.426 casi confermati del triennio 2014-2016 ha concluso correttamente il ciclo terapeutico, il 13,6% ha terminato la sola “fase di attacco” di 60 giorni di terapia, il 14,2% ha interrotto la terapia prima di 60 giorni, mentre nel 42,6% non è stato possibile valutare l’esito di trattamento. Dei 10 pazienti MDR analizzati solo 6 hanno effettuato una terapia continuativa di almeno un anno. Conclusioni In Sicilia il tasso di TB è diminuito dal 2010 al 2015 (-3,2/100.000) sia nella popolazione italiana che straniera, invertendo la tendenza dal 2016 con un tasso di + 1,4/100.000. La sotto-notifica è diminuita in valore assoluto, in particolare nella popolazione non italiana. La valutazione del follow up terapeutico va implementata alla luce della frammentarietà dei dati sanitari analizzati.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine2
RivistaJOURNAL OF PREVENTIVE MEDICINE AND HYGIENE
Volume60
Stato di pubblicazionePublished - 2019

Cita questo