EFFETTO SINERGICO FRA TERAPIA FISICA E FARMACOLOGICA NELLA CERVICALGIA MUSCOLO-TENSIVA

Giulia Letizia Mauro, Carlo Costanza, Caterina Esposto, Chiara Asaro, Fabio Culmone, Luigi Giuseppe Tumminelli, Marylena Chiappone

Risultato della ricerca: Otherpeer review

Abstract

La cervicalgia rappresenta un dolore che colpisce il rachide cervicale in modo episodico, caratterizzato da periodiche remissioni e livelli variabili di recupero funzionale. L'eziologia è multifattoriale e dipende da fattori non modificabili e da fattori modificabili; gli stessi fattori di rischio possono assumere anche una valenza prognostica, favorendo o ritardando le recidive dolorose. Da marzo 2013 ad aprile 2014 abbiamo recluatato 40 pazienti (28 donne e 12 uomini) di età compresa fra i 24 e i 55 anni afferiti presso il nostro ambulatorio. I pazienti sono stati randomizzati in 2 gruppi: gruppo A sottoposto a terapia faramacologica con eperisone cloridrato in associazione a 20 sedute di terapia fisica (TENS al rachide cervicale e laser CO2 sui trigger point cerviali) e gruppo B di controllo che ha eseguito unicamente terapia fisica. Dall'analisi comparativa dei dati è emerso che i pz del gruppo A presentavano un miglioramento della sintomatologia algica, della contrattura dei mm trapezi, dell'articolarità del rachide cervicale associata ad una riduzione del consumo di analgesici superiore rispetto al gruppo B.
Lingua originaleItalian
Pagine151-152
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Cita questo