EFFETTO DELL’ATTRITO NELL’AVANZAMENTO DELLA DELAMINAZIONE PER MODO II DI CARICO

Terranova, M

Risultato della ricerca: Paper

Abstract

Il lavoro valuta l’influenza della dissipazione energetica dovuta agli effetti attritivi che si sviluppano all’interfaccia tra le lamine di provini sollecitati a Modo II di carico. Sono state effettuate diverse prove sperimentali su compositi in fibra di vetro e resina epossidica soggetti a condizioni di carico cicliche e valore medio crescente, tali da mantenere le lamine del composito in continua aderenza. Al fine di valutare l’incidenza dell’attrito interlaminare nella delaminazione per Modo II, i risultati delle prove sperimentali sono stati riprodotti per mezzo di analisi agli elementi finiti utilizzando il programma di calcolo FEAP (con codice sorgente aperto), nel quale è stato implementato il modello coesivo attritivo di Parrinello-Failla-Borino. La simulazione ha confermato i risultati sperimentali e suggerisce che, in una delaminazione in Modo II, la componente attritiva svolge un ruolo determinante nella dissipazione energetica e risulta, pertanto, non trascurabile.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo

@conference{3ca51d5fa75d493bb8df9c764785bf9d,
title = "EFFETTO DELL’ATTRITO NELL’AVANZAMENTO DELLA DELAMINAZIONE PER MODO II DI CARICO",
abstract = "Il lavoro valuta l’influenza della dissipazione energetica dovuta agli effetti attritivi che si sviluppano all’interfaccia tra le lamine di provini sollecitati a Modo II di carico. Sono state effettuate diverse prove sperimentali su compositi in fibra di vetro e resina epossidica soggetti a condizioni di carico cicliche e valore medio crescente, tali da mantenere le lamine del composito in continua aderenza. Al fine di valutare l’incidenza dell’attrito interlaminare nella delaminazione per Modo II, i risultati delle prove sperimentali sono stati riprodotti per mezzo di analisi agli elementi finiti utilizzando il programma di calcolo FEAP (con codice sorgente aperto), nel quale {\`e} stato implementato il modello coesivo attritivo di Parrinello-Failla-Borino. La simulazione ha confermato i risultati sperimentali e suggerisce che, in una delaminazione in Modo II, la componente attritiva svolge un ruolo determinante nella dissipazione energetica e risulta, pertanto, non trascurabile.",
keywords = "Prove di fatica, Modo II, analisi agli elementi finiti (FEM), materiali compositi, elementi coesivi.",
author = "{Terranova, M} and Antonino Pasta and Guido Borino and Francesco Parrinello and Marannano, {Giuseppe Vincenzo}",
year = "2011",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - EFFETTO DELL’ATTRITO NELL’AVANZAMENTO DELLA DELAMINAZIONE PER MODO II DI CARICO

AU - Terranova, M

AU - Pasta, Antonino

AU - Borino, Guido

AU - Parrinello, Francesco

AU - Marannano, Giuseppe Vincenzo

PY - 2011

Y1 - 2011

N2 - Il lavoro valuta l’influenza della dissipazione energetica dovuta agli effetti attritivi che si sviluppano all’interfaccia tra le lamine di provini sollecitati a Modo II di carico. Sono state effettuate diverse prove sperimentali su compositi in fibra di vetro e resina epossidica soggetti a condizioni di carico cicliche e valore medio crescente, tali da mantenere le lamine del composito in continua aderenza. Al fine di valutare l’incidenza dell’attrito interlaminare nella delaminazione per Modo II, i risultati delle prove sperimentali sono stati riprodotti per mezzo di analisi agli elementi finiti utilizzando il programma di calcolo FEAP (con codice sorgente aperto), nel quale è stato implementato il modello coesivo attritivo di Parrinello-Failla-Borino. La simulazione ha confermato i risultati sperimentali e suggerisce che, in una delaminazione in Modo II, la componente attritiva svolge un ruolo determinante nella dissipazione energetica e risulta, pertanto, non trascurabile.

AB - Il lavoro valuta l’influenza della dissipazione energetica dovuta agli effetti attritivi che si sviluppano all’interfaccia tra le lamine di provini sollecitati a Modo II di carico. Sono state effettuate diverse prove sperimentali su compositi in fibra di vetro e resina epossidica soggetti a condizioni di carico cicliche e valore medio crescente, tali da mantenere le lamine del composito in continua aderenza. Al fine di valutare l’incidenza dell’attrito interlaminare nella delaminazione per Modo II, i risultati delle prove sperimentali sono stati riprodotti per mezzo di analisi agli elementi finiti utilizzando il programma di calcolo FEAP (con codice sorgente aperto), nel quale è stato implementato il modello coesivo attritivo di Parrinello-Failla-Borino. La simulazione ha confermato i risultati sperimentali e suggerisce che, in una delaminazione in Modo II, la componente attritiva svolge un ruolo determinante nella dissipazione energetica e risulta, pertanto, non trascurabile.

KW - Prove di fatica, Modo II, analisi agli elementi finiti (FEM), materiali compositi, elementi coesivi.

UR - http://hdl.handle.net/10447/59891

M3 - Paper

ER -