Effetti antalgici della TECAR terapia nel trattamento della patologia di La Peyronie. Studio randomizzato a singolo cieco con gruppo sham su un totale di 96 pazienti - Poster P44

Carlo Pavone, Enrica Napoli, Francesco D'Amato, Giovanni Caruana, Salvatore Romeo

Risultato della ricerca: Other

Abstract

Scopo del lavoroAbbiamo condotto uno studio randomizzato a singolo cieco con gruppo sham per valutare gli effetti terapeutici della TECAR terapia su 96 pazienti affetti dalla malattia di La Peyronie (IPP) vista l’efficacia di questo trattamento sullepatologie fibrose.Materiali e metodiNovantasei pazienti affetti da IPP randomizzati con rapporto 2:1 sono stati suddivisi in 2 gruppi: gruppo trattato e gruppo sham. Abbiamo valutato l’efficacia TECAR sul dolore, sul grado di incurvamento penieno e sul deficit erettile (DE) al termine del trattamento ed a 1 (FU1) e 3 (FU3) mesi dal termine del trattamento mediante l’utilizzo della scala VAS per il dolore e di questionari specifici per l’IPP e per il DE (IIEF-5).RisultatiSi è registrata una riduzione statisticamente significativa del dolore nel gruppo già al termine del trattamento in 48 (75%) dei pazienti (p<0.05). Non si è invece riscontrata riduzione statisticamente significativa del dolore nel gruppo sham.A FU3 36 (56%) dei pazienti del gruppo trattato hanno riferito un miglioramento del DE e ciò è stato confermato mediante questionario IIEF-5; nel gruppo sham si è avuto un miglioramento dell’erezione in soli 12 (37%) pazienti. Tali dati non hanno tuttavia validità statistica. L’incurvamento penieno è migliorato in entrambi i gruppi ma tale dato è risultato privo di validità statistica.Nessun paziente ha riportato eventi avversi.DiscussioneIl nostro è il primo studio randomizzato singolo cieco con gruppo sham che mostra l’efficacia della TECAR nel ridurre rapidamente il dolore in pazienti con IPP. ConclusioniLa semplicità di esecuzione e l’elevata tollerabilità del trattamento da parte del paziente rendono tale metodica unavalida ed innovativa opzione terapeutica per i pazienti affetti da IPP
Lingua originaleItalian
Pagine44-44
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Cita questo

@conference{f986719c1e794adfaa1e9fdf81146aa7,
title = "Effetti antalgici della TECAR terapia nel trattamento della patologia di La Peyronie. Studio randomizzato a singolo cieco con gruppo sham su un totale di 96 pazienti - Poster P44",
abstract = "Scopo del lavoroAbbiamo condotto uno studio randomizzato a singolo cieco con gruppo sham per valutare gli effetti terapeutici della TECAR terapia su 96 pazienti affetti dalla malattia di La Peyronie (IPP) vista l’efficacia di questo trattamento sullepatologie fibrose.Materiali e metodiNovantasei pazienti affetti da IPP randomizzati con rapporto 2:1 sono stati suddivisi in 2 gruppi: gruppo trattato e gruppo sham. Abbiamo valutato l’efficacia TECAR sul dolore, sul grado di incurvamento penieno e sul deficit erettile (DE) al termine del trattamento ed a 1 (FU1) e 3 (FU3) mesi dal termine del trattamento mediante l’utilizzo della scala VAS per il dolore e di questionari specifici per l’IPP e per il DE (IIEF-5).RisultatiSi {\`e} registrata una riduzione statisticamente significativa del dolore nel gruppo gi{\`a} al termine del trattamento in 48 (75{\%}) dei pazienti (p<0.05). Non si {\`e} invece riscontrata riduzione statisticamente significativa del dolore nel gruppo sham.A FU3 36 (56{\%}) dei pazienti del gruppo trattato hanno riferito un miglioramento del DE e ci{\`o} {\`e} stato confermato mediante questionario IIEF-5; nel gruppo sham si {\`e} avuto un miglioramento dell’erezione in soli 12 (37{\%}) pazienti. Tali dati non hanno tuttavia validit{\`a} statistica. L’incurvamento penieno {\`e} migliorato in entrambi i gruppi ma tale dato {\`e} risultato privo di validit{\`a} statistica.Nessun paziente ha riportato eventi avversi.DiscussioneIl nostro {\`e} il primo studio randomizzato singolo cieco con gruppo sham che mostra l’efficacia della TECAR nel ridurre rapidamente il dolore in pazienti con IPP. ConclusioniLa semplicit{\`a} di esecuzione e l’elevata tollerabilit{\`a} del trattamento da parte del paziente rendono tale metodica unavalida ed innovativa opzione terapeutica per i pazienti affetti da IPP",
author = "Carlo Pavone and Enrica Napoli and Francesco D'Amato and Giovanni Caruana and Salvatore Romeo",
year = "2014",
language = "Italian",
pages = "44--44",

}

TY - CONF

T1 - Effetti antalgici della TECAR terapia nel trattamento della patologia di La Peyronie. Studio randomizzato a singolo cieco con gruppo sham su un totale di 96 pazienti - Poster P44

AU - Pavone, Carlo

AU - Napoli, Enrica

AU - D'Amato, Francesco

AU - Caruana, Giovanni

AU - Romeo, Salvatore

PY - 2014

Y1 - 2014

N2 - Scopo del lavoroAbbiamo condotto uno studio randomizzato a singolo cieco con gruppo sham per valutare gli effetti terapeutici della TECAR terapia su 96 pazienti affetti dalla malattia di La Peyronie (IPP) vista l’efficacia di questo trattamento sullepatologie fibrose.Materiali e metodiNovantasei pazienti affetti da IPP randomizzati con rapporto 2:1 sono stati suddivisi in 2 gruppi: gruppo trattato e gruppo sham. Abbiamo valutato l’efficacia TECAR sul dolore, sul grado di incurvamento penieno e sul deficit erettile (DE) al termine del trattamento ed a 1 (FU1) e 3 (FU3) mesi dal termine del trattamento mediante l’utilizzo della scala VAS per il dolore e di questionari specifici per l’IPP e per il DE (IIEF-5).RisultatiSi è registrata una riduzione statisticamente significativa del dolore nel gruppo già al termine del trattamento in 48 (75%) dei pazienti (p<0.05). Non si è invece riscontrata riduzione statisticamente significativa del dolore nel gruppo sham.A FU3 36 (56%) dei pazienti del gruppo trattato hanno riferito un miglioramento del DE e ciò è stato confermato mediante questionario IIEF-5; nel gruppo sham si è avuto un miglioramento dell’erezione in soli 12 (37%) pazienti. Tali dati non hanno tuttavia validità statistica. L’incurvamento penieno è migliorato in entrambi i gruppi ma tale dato è risultato privo di validità statistica.Nessun paziente ha riportato eventi avversi.DiscussioneIl nostro è il primo studio randomizzato singolo cieco con gruppo sham che mostra l’efficacia della TECAR nel ridurre rapidamente il dolore in pazienti con IPP. ConclusioniLa semplicità di esecuzione e l’elevata tollerabilità del trattamento da parte del paziente rendono tale metodica unavalida ed innovativa opzione terapeutica per i pazienti affetti da IPP

AB - Scopo del lavoroAbbiamo condotto uno studio randomizzato a singolo cieco con gruppo sham per valutare gli effetti terapeutici della TECAR terapia su 96 pazienti affetti dalla malattia di La Peyronie (IPP) vista l’efficacia di questo trattamento sullepatologie fibrose.Materiali e metodiNovantasei pazienti affetti da IPP randomizzati con rapporto 2:1 sono stati suddivisi in 2 gruppi: gruppo trattato e gruppo sham. Abbiamo valutato l’efficacia TECAR sul dolore, sul grado di incurvamento penieno e sul deficit erettile (DE) al termine del trattamento ed a 1 (FU1) e 3 (FU3) mesi dal termine del trattamento mediante l’utilizzo della scala VAS per il dolore e di questionari specifici per l’IPP e per il DE (IIEF-5).RisultatiSi è registrata una riduzione statisticamente significativa del dolore nel gruppo già al termine del trattamento in 48 (75%) dei pazienti (p<0.05). Non si è invece riscontrata riduzione statisticamente significativa del dolore nel gruppo sham.A FU3 36 (56%) dei pazienti del gruppo trattato hanno riferito un miglioramento del DE e ciò è stato confermato mediante questionario IIEF-5; nel gruppo sham si è avuto un miglioramento dell’erezione in soli 12 (37%) pazienti. Tali dati non hanno tuttavia validità statistica. L’incurvamento penieno è migliorato in entrambi i gruppi ma tale dato è risultato privo di validità statistica.Nessun paziente ha riportato eventi avversi.DiscussioneIl nostro è il primo studio randomizzato singolo cieco con gruppo sham che mostra l’efficacia della TECAR nel ridurre rapidamente il dolore in pazienti con IPP. ConclusioniLa semplicità di esecuzione e l’elevata tollerabilità del trattamento da parte del paziente rendono tale metodica unavalida ed innovativa opzione terapeutica per i pazienti affetti da IPP

UR - http://hdl.handle.net/10447/98477

UR - http://www.siu.it/files/uploads/firenze/Libro_Abstract_2014.pdf

M3 - Other

SP - 44

EP - 44

ER -