Due relazioni di Andrea Gigante per ponti ad arcate in pietra in Sicilia (1776)

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Due relazioni dell’architetto trapanese Andrea Gigante (1731-1787) conservate presso l’Archivio di Stato di Palermo, nell’archivio Trabia, consentono di decifrare le modalità e la terminologia con cui un tecnico del XVIII secolo individuasse i rischi più comuni e le cause dei crolli dei ponti ad arcate in pietra e le soluzioni proposte per recuperare o sostituire le strutture esistenti. Questa consistente parte di attività di Andrea Gigante non è ancora stata indagata. I crolli dei ponti, da quanto si può arguire, sono legati alle improvvise piene e al cedimento dei piloni o delle spalle. Questi elementi sono strettamente connessi alla qualità delle fondazioni e alla spinta delle arcate, che possono avere geometrie differenti, più o meno ribassate, più o meno spingenti. Le due relazioni di Gigante danno informazioni parziali, ma certamente utili a decifrare il pensiero e le conoscenze tecniche dell’architetto e le consuetudini costruttive per i ponti del XVIII secolo.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteSaperi a confronto. Consulte e perizie sulle criticità strutturali dell'architettura d'età moderna (XV-XVIII secolo)
Pagine179-208
Numero di pagine30
Stato di pubblicazionePublished - 2015

Serie di pubblicazioni

NomeFRAMMENTI DI STORIA E ARCHITETTURA

Cita questo

Armetta, A. (2015). Due relazioni di Andrea Gigante per ponti ad arcate in pietra in Sicilia (1776). In Saperi a confronto. Consulte e perizie sulle criticità strutturali dell'architettura d'età moderna (XV-XVIII secolo) (pagg. 179-208). (FRAMMENTI DI STORIA E ARCHITETTURA).