Donne al microscopio. Un'archeologia dello sguardo femminile

Risultato della ricerca: Book

Abstract

Margaret Cavendish, Aphra Behn, Eliza Haywood: alle soglie della modernità un nuovo soggetto accosta il proprio sguardo a microscopi e telescopi. È la dama di scienza, una figura che contribuisce alla nascita della filosofia sperimentale, inaugurando “modi di vedere” alternativi a quelli della società patriarcale e mettendo in discussione anche i suoi oggetti di studio e la pratica scientifica nel suo complesso. Lo sguardo è per queste tre scrittrici e scienziate non solo il tema di importanti opere letterarie e di divulgazione, ma anche l’occasione per una sovversione delle pratiche sociali della scienza patriarcale attraverso il complesso e raffinato dispositivo della masquerade che consente di veicolare altri discorsi ed altre visioni. Abolendo la distanza tra osservatore e osservato, disattivando le pratiche di potere e di controllo inscritte nella visualità scientifica e trasgredendo i limiti tra fatti e finzione, queste tre scrittrici e scienziate iniziano un percorso di emancipazione che ancora oggi affascina la visual culture femminista.
Lingua originaleItalian
EditoreETS
Numero di pagine201
ISBN (stampa)978-88467384-4-8
Stato di pubblicazionePublished - 2013

Serie di pubblicazioni

NomeDIAGONALI Collana del Dipartimento di Beni Culturali - Studi Culturali dell’Università degli Studi di Palermo

Cita questo

Cammarata, V. (2013). Donne al microscopio. Un'archeologia dello sguardo femminile. (DIAGONALI Collana del Dipartimento di Beni Culturali - Studi Culturali dell’Università degli Studi di Palermo). ETS.