Domenico Scinà interprete di Empedocle

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Domenico Scinà, pur essendo nato nel corso della seconda metà del secolo XVIII (a Palermo nel 1765), può essere considerato a pieno titolo un autore del secolo XIX; infatti iniziò a dare corso alla sua produzione all’età di quasi quarant’anni. Tra le sue opere più significative di carattere scientifi co, bisogna ricordare: l’Introduzione alla fi sica sperimentale e gli Elementi di fi sica generale del 1803; l’Elogio di Francesco Maurolico del 1808; gli Elementi di fi sica particolare iniziati nel 1809 e portati a termine nel 1829; il Discorso intorno ad Archimede del 1823. A conferma del fatto di trovarci dinanzi ad una figura di ampio spessore, occorre menzionare altre opere che denotano le competenze e gli interessi di Scinà in altri settori delle scienze naturali.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLe filosofie del Mediterraneo e della Magna Graecia
Pagine29-40
Numero di pagine12
Stato di pubblicazionePublished - 2015

Cita questo