Dizionari elettronici e competenza lessicale

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nel reversing language shift gli aspetti propriamente linguistici rappresentano soltanto la punta di un iceberg che nasconde fenomeni molto complessi e di varia natura (demografia, psicologia sociale, sociologie varie, linguistica teorica, sociolinguistica ecc.), per cui appare persino banale pensare che un intervento formativo possa riguardare unicamente l’insegnamento o il mantenimento delle strutture lessicali e morfosintattiche della lingua. Dietro la lingua è intensamente attiva una dinamica sociale e cognitiva molto complessa. In particolare due fenomeni stanno rivoluzionando la struttura socio-politica del mondo di oggi: da un lato una mobilità (geografica e sociale) che mescola continuamente popolazioni e individui provenienti da aree continentali differenti, dall’altro la connettività comunicativa delle ICT che diventa sempre più estesa, facile e trasparente.L’intervento a tutela della lingua minoritaria o a rischio degrado e scomparsa, deve tener conto di entrambi. In questo quadro la tutela delle minoranze linguistiche si trova a far fronte alla necessità di individuare una propria strada: un’attività di RLS di una lingua amerindia o quasi estinta o estinta è cosa molto diversa da quella che ha come obiettivo il mantenimento dell’identità culturale di una comunità di emigrati in una grande città europea).
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteParole in rete. Teorie e apprendimento nell'era digitale
Pagine81-100
Stato di pubblicazionePublished - 2007

Cita questo

Di Sparti, A. (2007). Dizionari elettronici e competenza lessicale. In Parole in rete. Teorie e apprendimento nell'era digitale (pagg. 81-100)