Diritto, religione e cultura: verso una laicità inclusiva

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Immagino ‘diritto’, ‘religione’ e ‘cultura’ come i vertici di un triangolo incluso nella laicità, vista come una structure d’ensemble, che compartecipa con ciascuno di essi. Questa architettura mi permette più agilmente di esplorare in che modo ogni elemento (diritto, religione, cultura) interagisca con la laicità e quale possa essere il contributo di ognuno all’affermarsi di un’integrazione armonica. Adopero la parola ‘cultura’ e non ‘multiculturalismo’ perché quest’ultimo presuppone una distinzione ontologica tra le varie culture che è potenzialmente foriera di conflitti e contrapposizioni tra lestesse (cioè di un Kulturkampf), fino al rischio dello «scontro di civiltà».Occorre, dunque, valorizzare la funzione della cultura quale ponte ideale tra etnie e religioni diverse il che non è una novità per noi siciliani ed in particolare per la Città di Palermo in cui la nostra Università opera da ormai 210 anni in una fruttuosa e costante interazione con il tessuto culturale e produttivo cittadino.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)425-442
Numero di pagine18
RivistaIL DIRITTO ECCLESIASTICO
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Cita questo