DIAGNOSI DIFFERENZIALE TRA SINDROME NEUROLOGICA ALTERNA E IDROCEFALO NORMOTESO: UN CASO CLINICO

Giovanna Di Bella, Ligia Juliana Dominguez Rodriguez, Mario Barbagallo, Giuliano Cassataro, Laura Di Stefano, Laura Vernuccio, Mario Farruggia, Stefano Rizzuto, Valentino Culotta, Vittoria Martinelli

Risultato della ricerca: Other

Abstract

L’idrocefalo consiste in una dilatazione del sistema ventricolare dovuta ad un disturbo della circolazione liquorale. Nell’anziano l’idrocefalo è di frequente riscontro in associazione a demenza, come forma ex vacuo. L’idrocefalo normoteso colpisce prevalentemente soggetti d’età superiore ai 65 anni con un esordio clinico subdolo, che spesso è causa di ritardo nella diagnosi. Le sindromi neurologiche alterne sono espressione di lesioni di varia natura a carico del tronco encefalico, caratterizzate dalla coesistenza di un deficit neurologico centrale controlaterale alla lesione ed un deficit neurologico periferico omolateralmente alla lesione. Descriviamo il caso di un paziente di sesso maschile, di 72 anni, giunto alla nostra osservazione per episodi ricorrenti di caduta.
Lingua originaleItalian
Pagine252-253
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Cita questo

Di Bella, G., Dominguez Rodriguez, L. J., Barbagallo, M., Cassataro, G., Di Stefano, L., Vernuccio, L., Farruggia, M., Rizzuto, S., Culotta, V., & Martinelli, V. (2016). DIAGNOSI DIFFERENZIALE TRA SINDROME NEUROLOGICA ALTERNA E IDROCEFALO NORMOTESO: UN CASO CLINICO. 252-253.