Di là dal fiume e tra gli alberi. Le vie dell'acqua: dalla fonte del Furi alla città

    Risultato della ricerca: Chapter

    Abstract

    La definizione del Parco del fiume Furi e la risoluzione dei problemi idrogeologici che l’artificializzazione delle sue rive comporta nel tratto a valle costituivano rispettivamente il tema proposto dal workshop e le questioni ad esso sottese. È stata stesa una mappa, la mappa dei punti nodali e delle relazioni (in atto o possibili) tra questi; essa è divenuta il disegno dei capisaldi e delle infrastrutture di progetto, secondo un procedimento puntuale e lineare insieme che connota l’estensione del paesaggio e del parco. La via d’acqua diviene un sistema per regolare il movimento: ad essa si intrecciano un percorso pedonale ed uno ciclabile che di volta in volta lo attraversano, se ne discostano, si collegano ai nodi di scambio intermodale (in prossimità dell’autostrada: parcheggio auto-noleggio biciclette).La definizione del parco - lineare - si articola quindi attraverso la definizione delle sue sezioni, provando a risolvere i problemi idro-geologici (predisposizione di vasche di accumulo e sottofondo drenante, allargamento e regolarizzazione dell’invaso, differenziazione delle quote dei percorsi, …) con la forma stessa degli elementi di progetto.
    Lingua originaleItalian
    Titolo della pubblicazione ospiteAereoporto e dintorni. Seminario di progettazione. Cinisi febbraio/giugno 2004. Infrastrutture, paesaggi, architetture. Progetti
    Pagine130-137
    Numero di pagine8
    Stato di pubblicazionePublished - 2007

    Cita questo