Desk Set e Reverso: punti di partenza in traduzione automatica

Risultato della ricerca: Paper

Abstract

Si propone un raffronto tra strutture a verbo supporto, nel dominio della proposizione, e strutture a determinante nominale complesso, nel dominio del sintagma nominale. Per entrambi i tipi di struttura si avanza l'ipotesi che la testa sintattica non sia quella tradizionalmente riconosciuta e si suggerisce quali siano i punti di partenza ai fini della traduzione automatica.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo

@conference{e10fac64f7464043a0dff0964a8f18db,
title = "Desk Set e Reverso: punti di partenza in traduzione automatica",
abstract = "Si propone un raffronto tra strutture a verbo supporto, nel dominio della proposizione, e strutture a determinante nominale complesso, nel dominio del sintagma nominale. Per entrambi i tipi di struttura si avanza l'ipotesi che la testa sintattica non sia quella tradizionalmente riconosciuta e si suggerisce quali siano i punti di partenza ai fini della traduzione automatica.",
keywords = "traduzione automatica, verbi supporto, determinanti nominali, predicato legittimatore, negative polarity item",
author = "Mirto, {Ignazio Mauro}",
year = "2011",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - Desk Set e Reverso: punti di partenza in traduzione automatica

AU - Mirto, Ignazio Mauro

PY - 2011

Y1 - 2011

N2 - Si propone un raffronto tra strutture a verbo supporto, nel dominio della proposizione, e strutture a determinante nominale complesso, nel dominio del sintagma nominale. Per entrambi i tipi di struttura si avanza l'ipotesi che la testa sintattica non sia quella tradizionalmente riconosciuta e si suggerisce quali siano i punti di partenza ai fini della traduzione automatica.

AB - Si propone un raffronto tra strutture a verbo supporto, nel dominio della proposizione, e strutture a determinante nominale complesso, nel dominio del sintagma nominale. Per entrambi i tipi di struttura si avanza l'ipotesi che la testa sintattica non sia quella tradizionalmente riconosciuta e si suggerisce quali siano i punti di partenza ai fini della traduzione automatica.

KW - traduzione automatica, verbi supporto, determinanti nominali, predicato legittimatore, negative polarity item

UR - http://hdl.handle.net/10447/97197

M3 - Paper

ER -