Delle impossibili verità. Le funzioni delle didascalie ne I Miracoli di Val Morel di Dino Buzzati

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Nei Miracoli di Val More di Dino Buzzati le didascalie, queibrevi testi di accompagnamento che ritroviamo anche in moltealtre pitture buzzatiane, assumono una funzione centrale, siacome elemento della tradizione emblematica che della pitturavotiva. Se le funzioni principali delle didascalie consistono neldare informazioni sull’immagine, guidare l’occhio dell’osservatore,fare da collegamento tra le immagini e le parti verbali del testoin cui sono inserite, creando così un tutt’uno omogeneo, laloro presenza è fondamentale in un’opera così complessa e ibridacome i Miracoli che utilizza forme, generi, discorsi e regimi diverità assai eterogenei.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine6
RivistaMOSAICO ITALIANO
Stato di pubblicazionePublished - 2016

Cita questo

@article{3929ab06efe2444bb92d0a3cc9555acc,
title = "Delle impossibili verit{\`a}. Le funzioni delle didascalie ne I Miracoli di Val Morel di Dino Buzzati",
abstract = "Nei Miracoli di Val More di Dino Buzzati le didascalie, queibrevi testi di accompagnamento che ritroviamo anche in moltealtre pitture buzzatiane, assumono una funzione centrale, siacome elemento della tradizione emblematica che della pitturavotiva. Se le funzioni principali delle didascalie consistono neldare informazioni sull’immagine, guidare l’occhio dell’osservatore,fare da collegamento tra le immagini e le parti verbali del testoin cui sono inserite, creando cos{\`i} un tutt’uno omogeneo, laloro presenza {\`e} fondamentale in un’opera cos{\`i} complessa e ibridacome i Miracoli che utilizza forme, generi, discorsi e regimi diverit{\`a} assai eterogenei.",
author = "Roberta Coglitore",
year = "2016",
language = "Italian",
journal = "MOSAICO ITALIANO",
issn = "2175-9537",

}

TY - JOUR

T1 - Delle impossibili verità. Le funzioni delle didascalie ne I Miracoli di Val Morel di Dino Buzzati

AU - Coglitore, Roberta

PY - 2016

Y1 - 2016

N2 - Nei Miracoli di Val More di Dino Buzzati le didascalie, queibrevi testi di accompagnamento che ritroviamo anche in moltealtre pitture buzzatiane, assumono una funzione centrale, siacome elemento della tradizione emblematica che della pitturavotiva. Se le funzioni principali delle didascalie consistono neldare informazioni sull’immagine, guidare l’occhio dell’osservatore,fare da collegamento tra le immagini e le parti verbali del testoin cui sono inserite, creando così un tutt’uno omogeneo, laloro presenza è fondamentale in un’opera così complessa e ibridacome i Miracoli che utilizza forme, generi, discorsi e regimi diverità assai eterogenei.

AB - Nei Miracoli di Val More di Dino Buzzati le didascalie, queibrevi testi di accompagnamento che ritroviamo anche in moltealtre pitture buzzatiane, assumono una funzione centrale, siacome elemento della tradizione emblematica che della pitturavotiva. Se le funzioni principali delle didascalie consistono neldare informazioni sull’immagine, guidare l’occhio dell’osservatore,fare da collegamento tra le immagini e le parti verbali del testoin cui sono inserite, creando così un tutt’uno omogeneo, laloro presenza è fondamentale in un’opera così complessa e ibridacome i Miracoli che utilizza forme, generi, discorsi e regimi diverità assai eterogenei.

UR - http://hdl.handle.net/10447/173300

M3 - Article

JO - MOSAICO ITALIANO

JF - MOSAICO ITALIANO

SN - 2175-9537

ER -