Declinazioni inedite dell'abitare il territorio storico nella Sicilia Sud-orientale

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nonostante le difficoltà del contesto in alcune aree della Sicilia i processi di trasformazione in atto sembrano guidati da nuove prospettive di sviluppo locale e good governance come strutturanti per le azioni di valorizzazione territoriale e allo stesso tempo garanzia di una migliore vivibilità e di una sostenibilità sociale e culturale delle scelte. Il territorio indagato è quello della Sicilia sud-orientale che, sia per la presenza di una fiorente dimensione agricola, sia per un’attenzione crescente verso forme innovative di turismo declinate su cultura ed enogastronomia, si configura come una delle aree più dinamiche del contesto regionale. Per un insieme di fattori legati alle qualità storico-artistiche, paesaggistiche, climatiche e relazionali che rendono particolarmente attrattivo il contesto di riferimento, all’inizio degli anni duemila, nella Sicilia sud-orientale si comincia a registrare un aumento dei flussi turistici e l’interesse sia di italiani provenienti da altre regioni, sia di stranieri non soltanto europei, in entrambi i casi appartenenti ad un ceto socio-economico elevato, a investire nell’acquisto di immobili di pregio nei centri storici e nelle aree agricole dell’hinterland ibleo trasformandoli in residenze stagionali ed in qualche caso in residenze stabili. Tale fenomeno appare in controtendenza rispetto all’attuale crisi del mercato immobiliare che ha investito con percentuali diverse l’intera nazione e l’Europa, facendo registrare nel Sud-Est della Sicilia un trend positivo relativamente alle compravendite di immobili. La presenza dei nuovi abitanti sta inoltre invertendo la tendenza allo spopolamento dei più noti centri storici ricadenti nell’area Sud-orientale della Sicilia e innescando insperati processi di rivitalizzazione economica.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteTransizioni postmetropolitane. Declinazioni locali delle dinamiche posturbane in Sicilia
Pagine267-284
Numero di pagine18
Stato di pubblicazionePublished - 2018

Cita questo

Abbate, G. (2018). Declinazioni inedite dell'abitare il territorio storico nella Sicilia Sud-orientale. In Transizioni postmetropolitane. Declinazioni locali delle dinamiche posturbane in Sicilia (pagg. 267-284)

Declinazioni inedite dell'abitare il territorio storico nella Sicilia Sud-orientale. / Abbate, Giuseppe.

Transizioni postmetropolitane. Declinazioni locali delle dinamiche posturbane in Sicilia. 2018. pag. 267-284.

Risultato della ricerca: Chapter

Abbate, G 2018, Declinazioni inedite dell'abitare il territorio storico nella Sicilia Sud-orientale. in Transizioni postmetropolitane. Declinazioni locali delle dinamiche posturbane in Sicilia. pagg. 267-284.
Abbate G. Declinazioni inedite dell'abitare il territorio storico nella Sicilia Sud-orientale. In Transizioni postmetropolitane. Declinazioni locali delle dinamiche posturbane in Sicilia. 2018. pag. 267-284
Abbate, Giuseppe. / Declinazioni inedite dell'abitare il territorio storico nella Sicilia Sud-orientale. Transizioni postmetropolitane. Declinazioni locali delle dinamiche posturbane in Sicilia. 2018. pagg. 267-284
@inbook{b38a0233fbca4f5f88f02086b0db2d33,
title = "Declinazioni inedite dell'abitare il territorio storico nella Sicilia Sud-orientale",
abstract = "Nonostante le difficolt{\`a} del contesto in alcune aree della Sicilia i processi di trasformazione in atto sembrano guidati da nuove prospettive di sviluppo locale e good governance come strutturanti per le azioni di valorizzazione territoriale e allo stesso tempo garanzia di una migliore vivibilit{\`a} e di una sostenibilit{\`a} sociale e culturale delle scelte. Il territorio indagato {\`e} quello della Sicilia sud-orientale che, sia per la presenza di una fiorente dimensione agricola, sia per un’attenzione crescente verso forme innovative di turismo declinate su cultura ed enogastronomia, si configura come una delle aree pi{\`u} dinamiche del contesto regionale. Per un insieme di fattori legati alle qualit{\`a} storico-artistiche, paesaggistiche, climatiche e relazionali che rendono particolarmente attrattivo il contesto di riferimento, all’inizio degli anni duemila, nella Sicilia sud-orientale si comincia a registrare un aumento dei flussi turistici e l’interesse sia di italiani provenienti da altre regioni, sia di stranieri non soltanto europei, in entrambi i casi appartenenti ad un ceto socio-economico elevato, a investire nell’acquisto di immobili di pregio nei centri storici e nelle aree agricole dell’hinterland ibleo trasformandoli in residenze stagionali ed in qualche caso in residenze stabili. Tale fenomeno appare in controtendenza rispetto all’attuale crisi del mercato immobiliare che ha investito con percentuali diverse l’intera nazione e l’Europa, facendo registrare nel Sud-Est della Sicilia un trend positivo relativamente alle compravendite di immobili. La presenza dei nuovi abitanti sta inoltre invertendo la tendenza allo spopolamento dei pi{\`u} noti centri storici ricadenti nell’area Sud-orientale della Sicilia e innescando insperati processi di rivitalizzazione economica.",
author = "Giuseppe Abbate",
year = "2018",
language = "Italian",
isbn = "978-88-917-6185-9",
pages = "267--284",
booktitle = "Transizioni postmetropolitane. Declinazioni locali delle dinamiche posturbane in Sicilia",

}

TY - CHAP

T1 - Declinazioni inedite dell'abitare il territorio storico nella Sicilia Sud-orientale

AU - Abbate, Giuseppe

PY - 2018

Y1 - 2018

N2 - Nonostante le difficoltà del contesto in alcune aree della Sicilia i processi di trasformazione in atto sembrano guidati da nuove prospettive di sviluppo locale e good governance come strutturanti per le azioni di valorizzazione territoriale e allo stesso tempo garanzia di una migliore vivibilità e di una sostenibilità sociale e culturale delle scelte. Il territorio indagato è quello della Sicilia sud-orientale che, sia per la presenza di una fiorente dimensione agricola, sia per un’attenzione crescente verso forme innovative di turismo declinate su cultura ed enogastronomia, si configura come una delle aree più dinamiche del contesto regionale. Per un insieme di fattori legati alle qualità storico-artistiche, paesaggistiche, climatiche e relazionali che rendono particolarmente attrattivo il contesto di riferimento, all’inizio degli anni duemila, nella Sicilia sud-orientale si comincia a registrare un aumento dei flussi turistici e l’interesse sia di italiani provenienti da altre regioni, sia di stranieri non soltanto europei, in entrambi i casi appartenenti ad un ceto socio-economico elevato, a investire nell’acquisto di immobili di pregio nei centri storici e nelle aree agricole dell’hinterland ibleo trasformandoli in residenze stagionali ed in qualche caso in residenze stabili. Tale fenomeno appare in controtendenza rispetto all’attuale crisi del mercato immobiliare che ha investito con percentuali diverse l’intera nazione e l’Europa, facendo registrare nel Sud-Est della Sicilia un trend positivo relativamente alle compravendite di immobili. La presenza dei nuovi abitanti sta inoltre invertendo la tendenza allo spopolamento dei più noti centri storici ricadenti nell’area Sud-orientale della Sicilia e innescando insperati processi di rivitalizzazione economica.

AB - Nonostante le difficoltà del contesto in alcune aree della Sicilia i processi di trasformazione in atto sembrano guidati da nuove prospettive di sviluppo locale e good governance come strutturanti per le azioni di valorizzazione territoriale e allo stesso tempo garanzia di una migliore vivibilità e di una sostenibilità sociale e culturale delle scelte. Il territorio indagato è quello della Sicilia sud-orientale che, sia per la presenza di una fiorente dimensione agricola, sia per un’attenzione crescente verso forme innovative di turismo declinate su cultura ed enogastronomia, si configura come una delle aree più dinamiche del contesto regionale. Per un insieme di fattori legati alle qualità storico-artistiche, paesaggistiche, climatiche e relazionali che rendono particolarmente attrattivo il contesto di riferimento, all’inizio degli anni duemila, nella Sicilia sud-orientale si comincia a registrare un aumento dei flussi turistici e l’interesse sia di italiani provenienti da altre regioni, sia di stranieri non soltanto europei, in entrambi i casi appartenenti ad un ceto socio-economico elevato, a investire nell’acquisto di immobili di pregio nei centri storici e nelle aree agricole dell’hinterland ibleo trasformandoli in residenze stagionali ed in qualche caso in residenze stabili. Tale fenomeno appare in controtendenza rispetto all’attuale crisi del mercato immobiliare che ha investito con percentuali diverse l’intera nazione e l’Europa, facendo registrare nel Sud-Est della Sicilia un trend positivo relativamente alle compravendite di immobili. La presenza dei nuovi abitanti sta inoltre invertendo la tendenza allo spopolamento dei più noti centri storici ricadenti nell’area Sud-orientale della Sicilia e innescando insperati processi di rivitalizzazione economica.

UR - http://hdl.handle.net/10447/302313

M3 - Chapter

SN - 978-88-917-6185-9

SP - 267

EP - 284

BT - Transizioni postmetropolitane. Declinazioni locali delle dinamiche posturbane in Sicilia

ER -