Conoscere da “outsider within”. L’ordine femminile delle emozioni

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il saggio in oggetto propone una riflessione critica sulle gerarchie del sapere che si intersecano alle «strutture di genere» (Bourdieu 2009), e che hanno legittimato dispositivi, capacità e attitudini cognitivo-valutative gerarchizzate e androcentriche. Evidenzia come il pensiero al femminile abbia privilegiato forme del conoscere – come la sensazione, la percezione e la rappresentazione – che il pensiero dominante ha relegato nella fluidità sommersa delle attività inconsapevoli o illogiche. Riprende le teorie di alcune studiose tardo moderne e contemporanee - Edith Stein, Arlie Hochschild e Martha Nussbaum fra le altre - per evidenziarne le strategie di analisi e i temi portanti all’interno di quello che si può considerare il “sapere di genere”.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteGenere, sessualità e teorie sociologiche
Pagine109-122
Numero di pagine14
Stato di pubblicazionePublished - 2018

Serie di pubblicazioni

NomeCONTEMPORANEA. SFIDE SOCIOLOGICHE E RICERCA SOCIALE

Cita questo

Bartholini, I. M. (2018). Conoscere da “outsider within”. L’ordine femminile delle emozioni. In Genere, sessualità e teorie sociologiche (pagg. 109-122). (CONTEMPORANEA. SFIDE SOCIOLOGICHE E RICERCA SOCIALE).

Conoscere da “outsider within”. L’ordine femminile delle emozioni. / Bartholini, Ignazia Maria.

Genere, sessualità e teorie sociologiche. 2018. pag. 109-122 (CONTEMPORANEA. SFIDE SOCIOLOGICHE E RICERCA SOCIALE).

Risultato della ricerca: Chapter

Bartholini, IM 2018, Conoscere da “outsider within”. L’ordine femminile delle emozioni. in Genere, sessualità e teorie sociologiche. CONTEMPORANEA. SFIDE SOCIOLOGICHE E RICERCA SOCIALE, pagg. 109-122.
Bartholini IM. Conoscere da “outsider within”. L’ordine femminile delle emozioni. In Genere, sessualità e teorie sociologiche. 2018. pag. 109-122. (CONTEMPORANEA. SFIDE SOCIOLOGICHE E RICERCA SOCIALE).
Bartholini, Ignazia Maria. / Conoscere da “outsider within”. L’ordine femminile delle emozioni. Genere, sessualità e teorie sociologiche. 2018. pagg. 109-122 (CONTEMPORANEA. SFIDE SOCIOLOGICHE E RICERCA SOCIALE).
@inbook{95a50c1fbe8e498189df73487b366079,
title = "Conoscere da “outsider within”. L’ordine femminile delle emozioni",
abstract = "Il saggio in oggetto propone una riflessione critica sulle gerarchie del sapere che si intersecano alle «strutture di genere» (Bourdieu 2009), e che hanno legittimato dispositivi, capacit{\`a} e attitudini cognitivo-valutative gerarchizzate e androcentriche. Evidenzia come il pensiero al femminile abbia privilegiato forme del conoscere – come la sensazione, la percezione e la rappresentazione – che il pensiero dominante ha relegato nella fluidit{\`a} sommersa delle attivit{\`a} inconsapevoli o illogiche. Riprende le teorie di alcune studiose tardo moderne e contemporanee - Edith Stein, Arlie Hochschild e Martha Nussbaum fra le altre - per evidenziarne le strategie di analisi e i temi portanti all’interno di quello che si pu{\`o} considerare il “sapere di genere”.",
author = "Bartholini, {Ignazia Maria}",
year = "2018",
language = "Italian",
isbn = "8813366051",
series = "CONTEMPORANEA. SFIDE SOCIOLOGICHE E RICERCA SOCIALE",
pages = "109--122",
booktitle = "Genere, sessualit{\`a} e teorie sociologiche",

}

TY - CHAP

T1 - Conoscere da “outsider within”. L’ordine femminile delle emozioni

AU - Bartholini, Ignazia Maria

PY - 2018

Y1 - 2018

N2 - Il saggio in oggetto propone una riflessione critica sulle gerarchie del sapere che si intersecano alle «strutture di genere» (Bourdieu 2009), e che hanno legittimato dispositivi, capacità e attitudini cognitivo-valutative gerarchizzate e androcentriche. Evidenzia come il pensiero al femminile abbia privilegiato forme del conoscere – come la sensazione, la percezione e la rappresentazione – che il pensiero dominante ha relegato nella fluidità sommersa delle attività inconsapevoli o illogiche. Riprende le teorie di alcune studiose tardo moderne e contemporanee - Edith Stein, Arlie Hochschild e Martha Nussbaum fra le altre - per evidenziarne le strategie di analisi e i temi portanti all’interno di quello che si può considerare il “sapere di genere”.

AB - Il saggio in oggetto propone una riflessione critica sulle gerarchie del sapere che si intersecano alle «strutture di genere» (Bourdieu 2009), e che hanno legittimato dispositivi, capacità e attitudini cognitivo-valutative gerarchizzate e androcentriche. Evidenzia come il pensiero al femminile abbia privilegiato forme del conoscere – come la sensazione, la percezione e la rappresentazione – che il pensiero dominante ha relegato nella fluidità sommersa delle attività inconsapevoli o illogiche. Riprende le teorie di alcune studiose tardo moderne e contemporanee - Edith Stein, Arlie Hochschild e Martha Nussbaum fra le altre - per evidenziarne le strategie di analisi e i temi portanti all’interno di quello che si può considerare il “sapere di genere”.

UR - http://hdl.handle.net/10447/293430

M3 - Chapter

SN - 8813366051

T3 - CONTEMPORANEA. SFIDE SOCIOLOGICHE E RICERCA SOCIALE

SP - 109

EP - 122

BT - Genere, sessualità e teorie sociologiche

ER -