Composizione, tessitura ed efficienza delle malte degli acquedotti Romani Cornelio e Figurella

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nell’ambito della conservazione dei beni culturali lo studio delle malte idrauliche a base di calce aerea rappresenta un tema di grande interesse per lacomplessità e la varietà dei materiali utilizzati e per l’importanza che hanno ri-vestito nella storia delle tecniche costruttive, grazie alle loro elevate prestazionimeccaniche e alla loro durabilità.L’Acquedotto Cornelio di Termini Imerese in Sicilia rappresenta un interes-sante esempio di costruzione idraulica, nella quale queste malte furono utiliz-zate sia per rivestire i condotti con strati impermeabilizzanti sia per conferireresistenza meccanica agli elementi strutturali. Un ulteriore elemento di interessesta nella sua complessità costruttiva, che si presta ad essere letta attraverso unostudio comparato dei materiali: infatti si sviluppa per oltre dieci chilometri e laricca documentazione storica disponibile attesta che fu costruito in diverse fasi,anche a causa del malfunzionamento di un sifone.In questo lavoro sono presentati i risultati della caratterizzazione analitica inDiffrattometria dei raggi X (XRD), Analisi Termica Simultanea e MicroscopiaOttica dei materiali costitutivi di diverse parti dell’Acquedotto. I risultati di que-ste analisi sono stati incrociati tra loro per ottenere una caratterizzazione com-pleta delle malte, al fi ne di mettere a punto un protocollo di analisi e di archivia-zione dei risultati, che renda agevole lo studio comparato di questi sistemi.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteScienza e Beni Culturali
Pagine167-178
Numero di pagine12
Stato di pubblicazionePublished - 2008

Serie di pubblicazioni

NomeA.I.Ar. Metodologie Scientifiche per i Beni Culturali

Cita questo

Rizzo, G., Ercoli, L., Megna, B., & Parlapiano, M. (2008). Composizione, tessitura ed efficienza delle malte degli acquedotti Romani Cornelio e Figurella. In Scienza e Beni Culturali (pagg. 167-178). (A.I.Ar. Metodologie Scientifiche per i Beni Culturali).