Composizione per uso nella finitura, conservazione, restauro di manufatti

Giuseppe Cavallaro (Inventor), Giuseppe Lazzara (Inventor)

Risultato della ricerca: Patent

Abstract

L’invenzione è relativa ad una composizione per il consolidamento e la conservazione di fibre tessili basata sull’impiego di un nano materiale in associazione con un agente di supporto. Il nano materiale è la nano fibroina e il materiale di supporto è preferenzialmente il chitosano, ma si possono impiegare altri materiali di analoghe prestazioni. La composizione trova applicazione nell’ambito della conservazione e restauro di materiali tessili, in quanto permette la riparazione di fibre e tessuti danneggiati, ripristinando le proprietà meccaniche, e la protezione da processi foto-ossidativi dei manufatti tessili in generale. Ulteriore campo di applicazione è quello del finissaggio di fibre tessili e manufatti tessili in quanto la composizione ne permette l’incremento delle proprietà meccaniche e ne contrasta l’invecchiamento La composizione è liquida ed è applicabile alle superfici fibrose con le normali tecniche: a pennello, a spruzzo e per impregnazione. Le fibre e i tessuti trattati possono essere di tipo naturale, sintetico e semisintetico, grezze o colorate. Di particolare interesse è l’ambito dei beni culturali e dei tessuti di pregio in quanto la composizione permette il ripristino delle fibre danneggiate senza l’effetto collaterale negativo dell’ingiallimento. La fibra o il tessuto possono essere trattati in loco e l’intervento di ripristino non ne altera l’apparenza. Le particelle di nano fibroina sono prodotte con tecnologie standard e vengono miscelate a temperatura ambiente con il materiale di supporto in forma liquida. Le dimensioni delle nano particelle di fibroina variano nell’intervallo 20-40 nm e il peso molecolare del chitosano varia nell’intervallo 50,000-190,000 Da. Il rapporto nano fibroina:chitosano varia nell’intervallo 0.1:0.5 – 0.2:2.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo

@misc{425f2585e89644e69d1059106c59a2e6,
title = "Composizione per uso nella finitura, conservazione, restauro di manufatti",
abstract = "L’invenzione {\`e} relativa ad una composizione per il consolidamento e la conservazione di fibre tessili basata sull’impiego di un nano materiale in associazione con un agente di supporto. Il nano materiale {\`e} la nano fibroina e il materiale di supporto {\`e} preferenzialmente il chitosano, ma si possono impiegare altri materiali di analoghe prestazioni. La composizione trova applicazione nell’ambito della conservazione e restauro di materiali tessili, in quanto permette la riparazione di fibre e tessuti danneggiati, ripristinando le propriet{\`a} meccaniche, e la protezione da processi foto-ossidativi dei manufatti tessili in generale. Ulteriore campo di applicazione {\`e} quello del finissaggio di fibre tessili e manufatti tessili in quanto la composizione ne permette l’incremento delle propriet{\`a} meccaniche e ne contrasta l’invecchiamento La composizione {\`e} liquida ed {\`e} applicabile alle superfici fibrose con le normali tecniche: a pennello, a spruzzo e per impregnazione. Le fibre e i tessuti trattati possono essere di tipo naturale, sintetico e semisintetico, grezze o colorate. Di particolare interesse {\`e} l’ambito dei beni culturali e dei tessuti di pregio in quanto la composizione permette il ripristino delle fibre danneggiate senza l’effetto collaterale negativo dell’ingiallimento. La fibra o il tessuto possono essere trattati in loco e l’intervento di ripristino non ne altera l’apparenza. Le particelle di nano fibroina sono prodotte con tecnologie standard e vengono miscelate a temperatura ambiente con il materiale di supporto in forma liquida. Le dimensioni delle nano particelle di fibroina variano nell’intervallo 20-40 nm e il peso molecolare del chitosano varia nell’intervallo 50,000-190,000 Da. Il rapporto nano fibroina:chitosano varia nell’intervallo 0.1:0.5 – 0.2:2.",
author = "Giuseppe Cavallaro and Giuseppe Lazzara",
year = "2017",
language = "Italian",
type = "Patent",

}

TY - PAT

T1 - Composizione per uso nella finitura, conservazione, restauro di manufatti

AU - Cavallaro, Giuseppe

AU - Lazzara, Giuseppe

PY - 2017

Y1 - 2017

N2 - L’invenzione è relativa ad una composizione per il consolidamento e la conservazione di fibre tessili basata sull’impiego di un nano materiale in associazione con un agente di supporto. Il nano materiale è la nano fibroina e il materiale di supporto è preferenzialmente il chitosano, ma si possono impiegare altri materiali di analoghe prestazioni. La composizione trova applicazione nell’ambito della conservazione e restauro di materiali tessili, in quanto permette la riparazione di fibre e tessuti danneggiati, ripristinando le proprietà meccaniche, e la protezione da processi foto-ossidativi dei manufatti tessili in generale. Ulteriore campo di applicazione è quello del finissaggio di fibre tessili e manufatti tessili in quanto la composizione ne permette l’incremento delle proprietà meccaniche e ne contrasta l’invecchiamento La composizione è liquida ed è applicabile alle superfici fibrose con le normali tecniche: a pennello, a spruzzo e per impregnazione. Le fibre e i tessuti trattati possono essere di tipo naturale, sintetico e semisintetico, grezze o colorate. Di particolare interesse è l’ambito dei beni culturali e dei tessuti di pregio in quanto la composizione permette il ripristino delle fibre danneggiate senza l’effetto collaterale negativo dell’ingiallimento. La fibra o il tessuto possono essere trattati in loco e l’intervento di ripristino non ne altera l’apparenza. Le particelle di nano fibroina sono prodotte con tecnologie standard e vengono miscelate a temperatura ambiente con il materiale di supporto in forma liquida. Le dimensioni delle nano particelle di fibroina variano nell’intervallo 20-40 nm e il peso molecolare del chitosano varia nell’intervallo 50,000-190,000 Da. Il rapporto nano fibroina:chitosano varia nell’intervallo 0.1:0.5 – 0.2:2.

AB - L’invenzione è relativa ad una composizione per il consolidamento e la conservazione di fibre tessili basata sull’impiego di un nano materiale in associazione con un agente di supporto. Il nano materiale è la nano fibroina e il materiale di supporto è preferenzialmente il chitosano, ma si possono impiegare altri materiali di analoghe prestazioni. La composizione trova applicazione nell’ambito della conservazione e restauro di materiali tessili, in quanto permette la riparazione di fibre e tessuti danneggiati, ripristinando le proprietà meccaniche, e la protezione da processi foto-ossidativi dei manufatti tessili in generale. Ulteriore campo di applicazione è quello del finissaggio di fibre tessili e manufatti tessili in quanto la composizione ne permette l’incremento delle proprietà meccaniche e ne contrasta l’invecchiamento La composizione è liquida ed è applicabile alle superfici fibrose con le normali tecniche: a pennello, a spruzzo e per impregnazione. Le fibre e i tessuti trattati possono essere di tipo naturale, sintetico e semisintetico, grezze o colorate. Di particolare interesse è l’ambito dei beni culturali e dei tessuti di pregio in quanto la composizione permette il ripristino delle fibre danneggiate senza l’effetto collaterale negativo dell’ingiallimento. La fibra o il tessuto possono essere trattati in loco e l’intervento di ripristino non ne altera l’apparenza. Le particelle di nano fibroina sono prodotte con tecnologie standard e vengono miscelate a temperatura ambiente con il materiale di supporto in forma liquida. Le dimensioni delle nano particelle di fibroina variano nell’intervallo 20-40 nm e il peso molecolare del chitosano varia nell’intervallo 50,000-190,000 Da. Il rapporto nano fibroina:chitosano varia nell’intervallo 0.1:0.5 – 0.2:2.

UR - http://hdl.handle.net/10447/391259

M3 - Patent

ER -