Chi dà le ali alle parole? Il significato articolatorio di EPEA PTEROENTA

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il contributo riguarda l'annoso problema interpretativo riguardante celebre formula omerica delle 'parole alate' (epea pteroenta). Dopo aver preso in considerazioni le diverse tesi critiche al riguado, l'autore conclude che. 1. la formula ha un contenuto proprio ed è semanticamente piena. Non è dunque vero che le formule omeriche sono semanticamente voute, come volva Parry. 2. essa è applicabile indifferentemente a tutte le situazioni di dialogo e a tutti contenuti enunciativi. Non è dunque vero che le parole alate sono tali, perché efficaci, ben indirizzate o altro. 3. La formula contiene una descrizione in miniatura della fisiologia di produzione della voce e del linguaggio. Non è dunque vero che Omero sia preteorico o prescientifico; nè tantomeno che la sua lingua sia priva di concetti, come voleva Snell. E un piccolo ma significativo tassello nel processo di identificazione dellenciclopedia omerica come origine e radice prima della scienza e della filosofia greca.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteOmero tremila anni dopo
Numero di pagine17
Stato di pubblicazionePublished - 2002

Cita questo