Caso retto e casi obliqui

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Il lavoro si propone di ricostruire il dibattito filosofico-linguistico relativo alla denominazione dei casi nella Grecia antica e tardo-antica. Muovendo dalla sistemazione proposta nella techne: attribuita a Dionisio Trace, si prende atto delle differnze tra questa e la precedente proposta aristotelica. L'origine delle differenze viene individuata nell'incidenza della speculazione linguistica stoica. La lettura di una serie di testi, filosofici e grammaticali, consente di seguire le fila di un lungo e approfondito dibattito, che porterà pure ad una prima introduzione del vocativo nel novero dei casi.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteGrammatica in prospettiva teorica e storica
Pagine167-189
Numero di pagine23
Stato di pubblicazionePublished - 2006

Cita questo