Cartoons di qualità nella prima infanzia. I bambini e la media education

Cappuccio Giuseppa1

Risultato della ricerca: Book

Abstract

I bambini, già dall’infanzia, amano e utilizzano i media. È utile, quindi, educarli ad un uso corretto dei prodotti mediali al fine di insegnare loro a comprenderne il linguaggio e valutarne i contenuti in maniera autonoma e responsabile. I media, pur avendo una loro maggiore o minore predisposizione a determinate valenze educative, sono degli strumenti, delle opportunità, la cui significatività e la cui pregnanza educativa dipende, in larga misura, dal modo in cui essi vengono usati. La scuola è chiamata ad assolvere l’importante compito di promuovere negli alunni le competenze necessarie per divenire fruitori ed interlocutori attivi dei media: entra qui in gioco la media education. Promuovere la Media Education significa, quindi, incoraggiare gli insegnanti a elaborare progetti educativo-didattici che, lavorando sui media e con i media, permettano ad ogni alunno di conoscere meglio la realtà mediale e di viverla in modo più esplorativo e creativo. Tra i molteplici media a disposizione dei bambini di oggi la televisione rimane il più attuale nella vita dei bambini. La televisione destinata ai bambini, negli ultimi anni, ha sperimentato una stagione di forte mutamento, in linea con la fase di cambiamento che ha investito il mondo televisivo e più in generale tutto il mondo dei media. Tra i diversi prodotti televisivi disponibili il libro focalizza l’attenzione sul cartone animato, prodotto televisivo più amato e fruito dai piccoli, e sul ruolo che esso riveste nella vita dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia, poiché non tutti i cartoni sono adatti o innocui, ma occorre operare una valutazione che vada oltre la tecnica di realizzazione del prodotto mediale. Il volume è il risultato della ricerca condotta negli anni 2012-2014 nella scuola dell’infanzia. Il testo indica, attraverso lo studio delle teorie e delle ricerche sulla media education già realizzate, quale è il rapporto tra i bambini di scuola dell’infanzia, la tv e i cartoni animati. Nello specifico il volume presenta una scheda per la valutazione della qualità pedagogica dei cartoni animati e illustra il percorso di ricerca svolto con 31 docenti e 310 bambini di scuola dell’infanzia.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine156
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Serie di pubblicazioni

NomeNEUROPAIDEIA / 4 Didattica, lingue e culture - diretta da Giuseppa Compagno e Floriana Di Gesù E U P

Cita questo

Cappuccio Giuseppa1 (2014). Cartoons di qualità nella prima infanzia. I bambini e la media education. (NEUROPAIDEIA / 4 Didattica, lingue e culture - diretta da Giuseppa Compagno e Floriana Di Gesù E U P).

Cartoons di qualità nella prima infanzia. I bambini e la media education. / Cappuccio Giuseppa1.

2014. 156 pag. (NEUROPAIDEIA / 4 Didattica, lingue e culture - diretta da Giuseppa Compagno e Floriana Di Gesù E U P).

Risultato della ricerca: Book

Cappuccio Giuseppa1 2014, Cartoons di qualità nella prima infanzia. I bambini e la media education. NEUROPAIDEIA / 4 Didattica, lingue e culture - diretta da Giuseppa Compagno e Floriana Di Gesù E U P.
Cappuccio Giuseppa1. Cartoons di qualità nella prima infanzia. I bambini e la media education. 2014. 156 pag. (NEUROPAIDEIA / 4 Didattica, lingue e culture - diretta da Giuseppa Compagno e Floriana Di Gesù E U P).
Cappuccio Giuseppa1. / Cartoons di qualità nella prima infanzia. I bambini e la media education. 2014. 156 pag. (NEUROPAIDEIA / 4 Didattica, lingue e culture - diretta da Giuseppa Compagno e Floriana Di Gesù E U P).
@book{2b92d553f8324074902fe8ec6f3a716c,
title = "Cartoons di qualit{\`a} nella prima infanzia. I bambini e la media education",
abstract = "I bambini, gi{\`a} dall’infanzia, amano e utilizzano i media. {\`E} utile, quindi, educarli ad un uso corretto dei prodotti mediali al fine di insegnare loro a comprenderne il linguaggio e valutarne i contenuti in maniera autonoma e responsabile. I media, pur avendo una loro maggiore o minore predisposizione a determinate valenze educative, sono degli strumenti, delle opportunit{\`a}, la cui significativit{\`a} e la cui pregnanza educativa dipende, in larga misura, dal modo in cui essi vengono usati. La scuola {\`e} chiamata ad assolvere l’importante compito di promuovere negli alunni le competenze necessarie per divenire fruitori ed interlocutori attivi dei media: entra qui in gioco la media education. Promuovere la Media Education significa, quindi, incoraggiare gli insegnanti a elaborare progetti educativo-didattici che, lavorando sui media e con i media, permettano ad ogni alunno di conoscere meglio la realt{\`a} mediale e di viverla in modo pi{\`u} esplorativo e creativo. Tra i molteplici media a disposizione dei bambini di oggi la televisione rimane il pi{\`u} attuale nella vita dei bambini. La televisione destinata ai bambini, negli ultimi anni, ha sperimentato una stagione di forte mutamento, in linea con la fase di cambiamento che ha investito il mondo televisivo e pi{\`u} in generale tutto il mondo dei media. Tra i diversi prodotti televisivi disponibili il libro focalizza l’attenzione sul cartone animato, prodotto televisivo pi{\`u} amato e fruito dai piccoli, e sul ruolo che esso riveste nella vita dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia, poich{\'e} non tutti i cartoni sono adatti o innocui, ma occorre operare una valutazione che vada oltre la tecnica di realizzazione del prodotto mediale. Il volume {\`e} il risultato della ricerca condotta negli anni 2012-2014 nella scuola dell’infanzia. Il testo indica, attraverso lo studio delle teorie e delle ricerche sulla media education gi{\`a} realizzate, quale {\`e} il rapporto tra i bambini di scuola dell’infanzia, la tv e i cartoni animati. Nello specifico il volume presenta una scheda per la valutazione della qualit{\`a} pedagogica dei cartoni animati e illustra il percorso di ricerca svolto con 31 docenti e 310 bambini di scuola dell’infanzia.",
author = "{Cappuccio Giuseppa1} and Giuseppa Cappuccio",
year = "2014",
language = "Italian",
isbn = "978-88-548-8009-2",
series = "NEUROPAIDEIA / 4 Didattica, lingue e culture - diretta da Giuseppa Compagno e Floriana Di Ges{\`u} E U P",

}

TY - BOOK

T1 - Cartoons di qualità nella prima infanzia. I bambini e la media education

AU - Cappuccio Giuseppa1

AU - Cappuccio, Giuseppa

PY - 2014

Y1 - 2014

N2 - I bambini, già dall’infanzia, amano e utilizzano i media. È utile, quindi, educarli ad un uso corretto dei prodotti mediali al fine di insegnare loro a comprenderne il linguaggio e valutarne i contenuti in maniera autonoma e responsabile. I media, pur avendo una loro maggiore o minore predisposizione a determinate valenze educative, sono degli strumenti, delle opportunità, la cui significatività e la cui pregnanza educativa dipende, in larga misura, dal modo in cui essi vengono usati. La scuola è chiamata ad assolvere l’importante compito di promuovere negli alunni le competenze necessarie per divenire fruitori ed interlocutori attivi dei media: entra qui in gioco la media education. Promuovere la Media Education significa, quindi, incoraggiare gli insegnanti a elaborare progetti educativo-didattici che, lavorando sui media e con i media, permettano ad ogni alunno di conoscere meglio la realtà mediale e di viverla in modo più esplorativo e creativo. Tra i molteplici media a disposizione dei bambini di oggi la televisione rimane il più attuale nella vita dei bambini. La televisione destinata ai bambini, negli ultimi anni, ha sperimentato una stagione di forte mutamento, in linea con la fase di cambiamento che ha investito il mondo televisivo e più in generale tutto il mondo dei media. Tra i diversi prodotti televisivi disponibili il libro focalizza l’attenzione sul cartone animato, prodotto televisivo più amato e fruito dai piccoli, e sul ruolo che esso riveste nella vita dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia, poiché non tutti i cartoni sono adatti o innocui, ma occorre operare una valutazione che vada oltre la tecnica di realizzazione del prodotto mediale. Il volume è il risultato della ricerca condotta negli anni 2012-2014 nella scuola dell’infanzia. Il testo indica, attraverso lo studio delle teorie e delle ricerche sulla media education già realizzate, quale è il rapporto tra i bambini di scuola dell’infanzia, la tv e i cartoni animati. Nello specifico il volume presenta una scheda per la valutazione della qualità pedagogica dei cartoni animati e illustra il percorso di ricerca svolto con 31 docenti e 310 bambini di scuola dell’infanzia.

AB - I bambini, già dall’infanzia, amano e utilizzano i media. È utile, quindi, educarli ad un uso corretto dei prodotti mediali al fine di insegnare loro a comprenderne il linguaggio e valutarne i contenuti in maniera autonoma e responsabile. I media, pur avendo una loro maggiore o minore predisposizione a determinate valenze educative, sono degli strumenti, delle opportunità, la cui significatività e la cui pregnanza educativa dipende, in larga misura, dal modo in cui essi vengono usati. La scuola è chiamata ad assolvere l’importante compito di promuovere negli alunni le competenze necessarie per divenire fruitori ed interlocutori attivi dei media: entra qui in gioco la media education. Promuovere la Media Education significa, quindi, incoraggiare gli insegnanti a elaborare progetti educativo-didattici che, lavorando sui media e con i media, permettano ad ogni alunno di conoscere meglio la realtà mediale e di viverla in modo più esplorativo e creativo. Tra i molteplici media a disposizione dei bambini di oggi la televisione rimane il più attuale nella vita dei bambini. La televisione destinata ai bambini, negli ultimi anni, ha sperimentato una stagione di forte mutamento, in linea con la fase di cambiamento che ha investito il mondo televisivo e più in generale tutto il mondo dei media. Tra i diversi prodotti televisivi disponibili il libro focalizza l’attenzione sul cartone animato, prodotto televisivo più amato e fruito dai piccoli, e sul ruolo che esso riveste nella vita dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia, poiché non tutti i cartoni sono adatti o innocui, ma occorre operare una valutazione che vada oltre la tecnica di realizzazione del prodotto mediale. Il volume è il risultato della ricerca condotta negli anni 2012-2014 nella scuola dell’infanzia. Il testo indica, attraverso lo studio delle teorie e delle ricerche sulla media education già realizzate, quale è il rapporto tra i bambini di scuola dell’infanzia, la tv e i cartoni animati. Nello specifico il volume presenta una scheda per la valutazione della qualità pedagogica dei cartoni animati e illustra il percorso di ricerca svolto con 31 docenti e 310 bambini di scuola dell’infanzia.

UR - http://hdl.handle.net/10447/104969

M3 - Book

SN - 978-88-548-8009-2

T3 - NEUROPAIDEIA / 4 Didattica, lingue e culture - diretta da Giuseppa Compagno e Floriana Di Gesù E U P

BT - Cartoons di qualità nella prima infanzia. I bambini e la media education

ER -