Brancati su Pirandello e il pirandellismo

Risultato della ricerca: Article

Abstract

Nel romanzo breve "Sogno di un valzer" uscito a puntate su “Quadrivio”, dal 5 giugno al 14 agosto 1938, Vitaliano Brancati mette in scena, tra osservazione dei luoghi e rilevamento di costume, un’umanità fuori misura, continuamente in bilico tra realtà e sogno. A Caltanissetta (Nissa) la città nel cui Istituto magistrale lo scrittore, voltate le spalle alla Roma fascista, è venuto a insegnare, personaggi non appariscenti, insignificanti, che tuttavia covano desideri, si arrovellano in domande metafisiche. Prende così forma il leitmotiv delle critica al pirandellismo che più volte con ironia sottile affiora negli scritti brancatiani. Il saggio mostra come esso si intrecci con la comicità sulfurea dello scrittore del Don Giovanni in Sicilia che, tracciando una particolare topografia dell’isola sostenuta dal rilievo interiore, conduce la sua analisi dei comportamenti eccentrici, e delle aberrazioni della mente in cui il pensiero pirandelliano banalizzato finisce per diventare un elemento esplosivo.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)127-136
Numero di pagine10
RivistaINVERBIS
Volume9
Stato di pubblicazionePublished - 2019

Cita questo