Biotossine nei Mitili: Effetti dell’Acido Domoico sull’attività colinesterasica in Tapes philippinarum, Venus gallina e Glycimeris glycimeris (Lamellibranchia, Mollusca)

Cicero, N; Cimò, G; Dugo, G

Risultato della ricerca: Other contribution

Abstract

L’acido domoico (AD) è una biotossina che si accumula principalmente in animali che filtrano acque contaminate da diatomee dei generi Nitzschia e Pseudo-nitschia. L’incremento delle fioriture di diatomee ed i conseguenti casi di intossicazione per ingestione di molluschi contaminati sono fenomeni che da più di un decennio si manifestano anche in Italia, rappresentando motivo di seria preoccupazione per la salute pubblica e per l’economia dell’industria ittica. L’acido domoico è il responsabile dell’“Amnesic Shellfish Poisoning” (ASP), i cui sintomi si manifestano sia a livello gastrointestinale che neurologico. Le proprietà neurotossiche dell'acido domoico sono dovute alla sua azione agonista sui recettori degli aminoacidi eccitatori (acido glutammico e aspartico) e sulla trasmissione sinaptica. I dati sulla tossicologia dell’acido domoico sono comunque ancora limitati, inoltre sono state condotte ancora poche ricerche sugli effetti di tale biotossina sugli organismi marini. In questo lavoro sono stati condotti esperimenti di esposizione in vitro ad acido domoico su Tapes philippinarum, Venus gallina e Glycimeris glycimeris al fine di valutare i suoi effetti sull’attività colinesterasica. I risultati hanno mostrato un incremento dell’attività enzimatica in tutte e tre le specie di molluschi. Tapes philippinarum e Venus gallina sono state le specie più sensibili all’azione dell’acido domoico con un incremento percentuale di attività enzimatica maggiore del 60%.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2010

Cita questo

@misc{051c6ab9a02541d69a9221f94a5bcbe1,
title = "Biotossine nei Mitili: Effetti dell’Acido Domoico sull’attivit{\`a} colinesterasica in Tapes philippinarum, Venus gallina e Glycimeris glycimeris (Lamellibranchia, Mollusca)",
abstract = "L’acido domoico (AD) {\`e} una biotossina che si accumula principalmente in animali che filtrano acque contaminate da diatomee dei generi Nitzschia e Pseudo-nitschia. L’incremento delle fioriture di diatomee ed i conseguenti casi di intossicazione per ingestione di molluschi contaminati sono fenomeni che da pi{\`u} di un decennio si manifestano anche in Italia, rappresentando motivo di seria preoccupazione per la salute pubblica e per l’economia dell’industria ittica. L’acido domoico {\`e} il responsabile dell’“Amnesic Shellfish Poisoning” (ASP), i cui sintomi si manifestano sia a livello gastrointestinale che neurologico. Le propriet{\`a} neurotossiche dell'acido domoico sono dovute alla sua azione agonista sui recettori degli aminoacidi eccitatori (acido glutammico e aspartico) e sulla trasmissione sinaptica. I dati sulla tossicologia dell’acido domoico sono comunque ancora limitati, inoltre sono state condotte ancora poche ricerche sugli effetti di tale biotossina sugli organismi marini. In questo lavoro sono stati condotti esperimenti di esposizione in vitro ad acido domoico su Tapes philippinarum, Venus gallina e Glycimeris glycimeris al fine di valutare i suoi effetti sull’attivit{\`a} colinesterasica. I risultati hanno mostrato un incremento dell’attivit{\`a} enzimatica in tutte e tre le specie di molluschi. Tapes philippinarum e Venus gallina sono state le specie pi{\`u} sensibili all’azione dell’acido domoico con un incremento percentuale di attivit{\`a} enzimatica maggiore del 60{\%}.",
author = "{Cicero, N; Cim{\`o}, G; Dugo, G} and Cangialosi, {Maria Vittoria} and Giulia Cimo'",
year = "2010",
language = "Italian",
type = "Other",

}

TY - GEN

T1 - Biotossine nei Mitili: Effetti dell’Acido Domoico sull’attività colinesterasica in Tapes philippinarum, Venus gallina e Glycimeris glycimeris (Lamellibranchia, Mollusca)

AU - Cicero, N; Cimò, G; Dugo, G

AU - Cangialosi, Maria Vittoria

AU - Cimo', Giulia

PY - 2010

Y1 - 2010

N2 - L’acido domoico (AD) è una biotossina che si accumula principalmente in animali che filtrano acque contaminate da diatomee dei generi Nitzschia e Pseudo-nitschia. L’incremento delle fioriture di diatomee ed i conseguenti casi di intossicazione per ingestione di molluschi contaminati sono fenomeni che da più di un decennio si manifestano anche in Italia, rappresentando motivo di seria preoccupazione per la salute pubblica e per l’economia dell’industria ittica. L’acido domoico è il responsabile dell’“Amnesic Shellfish Poisoning” (ASP), i cui sintomi si manifestano sia a livello gastrointestinale che neurologico. Le proprietà neurotossiche dell'acido domoico sono dovute alla sua azione agonista sui recettori degli aminoacidi eccitatori (acido glutammico e aspartico) e sulla trasmissione sinaptica. I dati sulla tossicologia dell’acido domoico sono comunque ancora limitati, inoltre sono state condotte ancora poche ricerche sugli effetti di tale biotossina sugli organismi marini. In questo lavoro sono stati condotti esperimenti di esposizione in vitro ad acido domoico su Tapes philippinarum, Venus gallina e Glycimeris glycimeris al fine di valutare i suoi effetti sull’attività colinesterasica. I risultati hanno mostrato un incremento dell’attività enzimatica in tutte e tre le specie di molluschi. Tapes philippinarum e Venus gallina sono state le specie più sensibili all’azione dell’acido domoico con un incremento percentuale di attività enzimatica maggiore del 60%.

AB - L’acido domoico (AD) è una biotossina che si accumula principalmente in animali che filtrano acque contaminate da diatomee dei generi Nitzschia e Pseudo-nitschia. L’incremento delle fioriture di diatomee ed i conseguenti casi di intossicazione per ingestione di molluschi contaminati sono fenomeni che da più di un decennio si manifestano anche in Italia, rappresentando motivo di seria preoccupazione per la salute pubblica e per l’economia dell’industria ittica. L’acido domoico è il responsabile dell’“Amnesic Shellfish Poisoning” (ASP), i cui sintomi si manifestano sia a livello gastrointestinale che neurologico. Le proprietà neurotossiche dell'acido domoico sono dovute alla sua azione agonista sui recettori degli aminoacidi eccitatori (acido glutammico e aspartico) e sulla trasmissione sinaptica. I dati sulla tossicologia dell’acido domoico sono comunque ancora limitati, inoltre sono state condotte ancora poche ricerche sugli effetti di tale biotossina sugli organismi marini. In questo lavoro sono stati condotti esperimenti di esposizione in vitro ad acido domoico su Tapes philippinarum, Venus gallina e Glycimeris glycimeris al fine di valutare i suoi effetti sull’attività colinesterasica. I risultati hanno mostrato un incremento dell’attività enzimatica in tutte e tre le specie di molluschi. Tapes philippinarum e Venus gallina sono state le specie più sensibili all’azione dell’acido domoico con un incremento percentuale di attività enzimatica maggiore del 60%.

UR - http://hdl.handle.net/10447/98372

M3 - Other contribution

ER -