Banche locali e private equity: quali sfide culturali e organizzative alla luce della crisi finanziaria internazionale

Bechi, A

Risultato della ricerca: Other contribution

Abstract

Questo contributo intende descrivere gli eventuali mutamenti portati dalla crisi finanziaria globale sul mercato italiano del private equity osservando contestualmente il lato della domanda e dell’offerta caratterizzante tale comparto finanziario. Dal lato della domanda, questo ampliamento temporale intende rispondere al tentativo di descrivere le principali le eventuali ricadute della crisi finanziaria in termini di trend di tale comparto e delle caratteristiche settoriali, dimensionali e reddituali delle imprese target. Dal lato dell’offerta questo lavoro intende verificare se, a seguito della crisi finanziaria globale, la categoria di intermediario bancario rappresentata dalle banche locali (ossia banche di credito cooperativo e banche popolari) ha modificato il proprio modus operandi per poter assumere maggiormente la fisionomia di intermediario diversificato nelle aree di business del corporate e investment banking ed in particolare nel segmento del merchant banking. Con riferimento a quest’ultimo aspetto si è cercato di tracciare brevemente l’evoluzione del ruolo del soggetto bancario e, in particolare, della banca locale, nell’attività di private equity a sostegno delle imprese a livello nazionale realizzando due analisi: dapprima una di natura descrittiva e successivamente un’empirica.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2012

Cita questo

@misc{bcd180cf66794a68985e308339955524,
title = "Banche locali e private equity: quali sfide culturali e organizzative alla luce della crisi finanziaria internazionale",
abstract = "Questo contributo intende descrivere gli eventuali mutamenti portati dalla crisi finanziaria globale sul mercato italiano del private equity osservando contestualmente il lato della domanda e dell’offerta caratterizzante tale comparto finanziario. Dal lato della domanda, questo ampliamento temporale intende rispondere al tentativo di descrivere le principali le eventuali ricadute della crisi finanziaria in termini di trend di tale comparto e delle caratteristiche settoriali, dimensionali e reddituali delle imprese target. Dal lato dell’offerta questo lavoro intende verificare se, a seguito della crisi finanziaria globale, la categoria di intermediario bancario rappresentata dalle banche locali (ossia banche di credito cooperativo e banche popolari) ha modificato il proprio modus operandi per poter assumere maggiormente la fisionomia di intermediario diversificato nelle aree di business del corporate e investment banking ed in particolare nel segmento del merchant banking. Con riferimento a quest’ultimo aspetto si {\`e} cercato di tracciare brevemente l’evoluzione del ruolo del soggetto bancario e, in particolare, della banca locale, nell’attivit{\`a} di private equity a sostegno delle imprese a livello nazionale realizzando due analisi: dapprima una di natura descrittiva e successivamente un’empirica.",
author = "{Bechi, A} and Massimo Arnone",
year = "2012",
language = "Italian",
type = "Other",

}

TY - GEN

T1 - Banche locali e private equity: quali sfide culturali e organizzative alla luce della crisi finanziaria internazionale

AU - Bechi, A

AU - Arnone, Massimo

PY - 2012

Y1 - 2012

N2 - Questo contributo intende descrivere gli eventuali mutamenti portati dalla crisi finanziaria globale sul mercato italiano del private equity osservando contestualmente il lato della domanda e dell’offerta caratterizzante tale comparto finanziario. Dal lato della domanda, questo ampliamento temporale intende rispondere al tentativo di descrivere le principali le eventuali ricadute della crisi finanziaria in termini di trend di tale comparto e delle caratteristiche settoriali, dimensionali e reddituali delle imprese target. Dal lato dell’offerta questo lavoro intende verificare se, a seguito della crisi finanziaria globale, la categoria di intermediario bancario rappresentata dalle banche locali (ossia banche di credito cooperativo e banche popolari) ha modificato il proprio modus operandi per poter assumere maggiormente la fisionomia di intermediario diversificato nelle aree di business del corporate e investment banking ed in particolare nel segmento del merchant banking. Con riferimento a quest’ultimo aspetto si è cercato di tracciare brevemente l’evoluzione del ruolo del soggetto bancario e, in particolare, della banca locale, nell’attività di private equity a sostegno delle imprese a livello nazionale realizzando due analisi: dapprima una di natura descrittiva e successivamente un’empirica.

AB - Questo contributo intende descrivere gli eventuali mutamenti portati dalla crisi finanziaria globale sul mercato italiano del private equity osservando contestualmente il lato della domanda e dell’offerta caratterizzante tale comparto finanziario. Dal lato della domanda, questo ampliamento temporale intende rispondere al tentativo di descrivere le principali le eventuali ricadute della crisi finanziaria in termini di trend di tale comparto e delle caratteristiche settoriali, dimensionali e reddituali delle imprese target. Dal lato dell’offerta questo lavoro intende verificare se, a seguito della crisi finanziaria globale, la categoria di intermediario bancario rappresentata dalle banche locali (ossia banche di credito cooperativo e banche popolari) ha modificato il proprio modus operandi per poter assumere maggiormente la fisionomia di intermediario diversificato nelle aree di business del corporate e investment banking ed in particolare nel segmento del merchant banking. Con riferimento a quest’ultimo aspetto si è cercato di tracciare brevemente l’evoluzione del ruolo del soggetto bancario e, in particolare, della banca locale, nell’attività di private equity a sostegno delle imprese a livello nazionale realizzando due analisi: dapprima una di natura descrittiva e successivamente un’empirica.

UR - http://hdl.handle.net/10447/79968

M3 - Other contribution

ER -