Autorecupero nella città storica di Palermo: la pratica del fare come occasione di incontro fra culture

Raimondo, S

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Nel quartiere Albergheria una simulazione di esperienze di autorecupero residenziale su un immobile pubblico, che, in condizioni di conservazione mediocri, non presenta problemi strutturali. I soggetti coinvolti sono individuati nelle comunità interculturali di fascia disagiata al centro storico, portatori di culture diverse dell'abitare e del costruire, che diventano nel processo partecipativo decisori/esecutori/fruitori. istanze e scelte convergono in un progetto di coordinamento che revisiona gli strumenti più convenzionali del processo edilizio. Viene dato rilievo agli obiettivi, agli aspetti prestazionali e alle scelte tecnologiche appropriate attingendo dal mercato della costruzione facilitata low-cost
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospitePalermo Città delle Culture. Contributi per la valorizzazione di luoghi e architetture
Pagine291-302
Numero di pagine12
Volume2014-07
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Cita questo

Raimondo, S (2014). Autorecupero nella città storica di Palermo: la pratica del fare come occasione di incontro fra culture. In Palermo Città delle Culture. Contributi per la valorizzazione di luoghi e architetture (Vol. 2014-07, pagg. 291-302)

Autorecupero nella città storica di Palermo: la pratica del fare come occasione di incontro fra culture. / Raimondo, S.

Palermo Città delle Culture. Contributi per la valorizzazione di luoghi e architetture. Vol. 2014-07 2014. pag. 291-302.

Risultato della ricerca: Chapter

Raimondo, S 2014, Autorecupero nella città storica di Palermo: la pratica del fare come occasione di incontro fra culture. in Palermo Città delle Culture. Contributi per la valorizzazione di luoghi e architetture. vol. 2014-07, pagg. 291-302.
Raimondo, S. Autorecupero nella città storica di Palermo: la pratica del fare come occasione di incontro fra culture. In Palermo Città delle Culture. Contributi per la valorizzazione di luoghi e architetture. Vol. 2014-07. 2014. pag. 291-302
Raimondo, S. / Autorecupero nella città storica di Palermo: la pratica del fare come occasione di incontro fra culture. Palermo Città delle Culture. Contributi per la valorizzazione di luoghi e architetture. Vol. 2014-07 2014. pagg. 291-302
@inbook{e507283d9b05402db782f64b7f314497,
title = "Autorecupero nella citt{\`a} storica di Palermo: la pratica del fare come occasione di incontro fra culture",
abstract = "Nel quartiere Albergheria una simulazione di esperienze di autorecupero residenziale su un immobile pubblico, che, in condizioni di conservazione mediocri, non presenta problemi strutturali. I soggetti coinvolti sono individuati nelle comunit{\`a} interculturali di fascia disagiata al centro storico, portatori di culture diverse dell'abitare e del costruire, che diventano nel processo partecipativo decisori/esecutori/fruitori. istanze e scelte convergono in un progetto di coordinamento che revisiona gli strumenti pi{\`u} convenzionali del processo edilizio. Viene dato rilievo agli obiettivi, agli aspetti prestazionali e alle scelte tecnologiche appropriate attingendo dal mercato della costruzione facilitata low-cost",
author = "{Raimondo, S} and Antonella Mami' and {Lo Piccolo}, Francesco",
year = "2014",
language = "Italian",
isbn = "978-88-98115-06-8",
volume = "2014-07",
pages = "291--302",
booktitle = "Palermo Citt{\`a} delle Culture. Contributi per la valorizzazione di luoghi e architetture",

}

TY - CHAP

T1 - Autorecupero nella città storica di Palermo: la pratica del fare come occasione di incontro fra culture

AU - Raimondo, S

AU - Mami', Antonella

AU - Lo Piccolo, Francesco

PY - 2014

Y1 - 2014

N2 - Nel quartiere Albergheria una simulazione di esperienze di autorecupero residenziale su un immobile pubblico, che, in condizioni di conservazione mediocri, non presenta problemi strutturali. I soggetti coinvolti sono individuati nelle comunità interculturali di fascia disagiata al centro storico, portatori di culture diverse dell'abitare e del costruire, che diventano nel processo partecipativo decisori/esecutori/fruitori. istanze e scelte convergono in un progetto di coordinamento che revisiona gli strumenti più convenzionali del processo edilizio. Viene dato rilievo agli obiettivi, agli aspetti prestazionali e alle scelte tecnologiche appropriate attingendo dal mercato della costruzione facilitata low-cost

AB - Nel quartiere Albergheria una simulazione di esperienze di autorecupero residenziale su un immobile pubblico, che, in condizioni di conservazione mediocri, non presenta problemi strutturali. I soggetti coinvolti sono individuati nelle comunità interculturali di fascia disagiata al centro storico, portatori di culture diverse dell'abitare e del costruire, che diventano nel processo partecipativo decisori/esecutori/fruitori. istanze e scelte convergono in un progetto di coordinamento che revisiona gli strumenti più convenzionali del processo edilizio. Viene dato rilievo agli obiettivi, agli aspetti prestazionali e alle scelte tecnologiche appropriate attingendo dal mercato della costruzione facilitata low-cost

UR - http://hdl.handle.net/10447/99090

M3 - Chapter

SN - 978-88-98115-06-8

VL - 2014-07

SP - 291

EP - 302

BT - Palermo Città delle Culture. Contributi per la valorizzazione di luoghi e architetture

ER -