Autonomia e abolizione dell'arte. Emergenze maodadaiste nel movimento del Settantasette

Danilo Mariscalco

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

C’è almeno un aspetto della generale prassi antagonista esercitata dal movimento autonomo italiano degli anni settanta che, ancora oggi, meriterebbe un’attenzione critica svincolata dal ricorrente discorso sui cosiddetti anni di piombo, ed è quello relativo alla pratica-teorica maodadaista, sistematizzata nel 1976 dal collettivo bolognese A/traverso. Tale emergenza culturale riconfigurò i tradizionali modi della comunicazione politica e produsse effetti, oggi relativamente ignorati, anche nella teoria dell’arte.1 Nelle seguenti pagine, la tematizzazione di alcune forme di autorappresentazione riconducibili al paradigma maodadaista sarà condotta e accompagnata dall’analisi dei concetti nel titolo anticipati, dei loro incontri realizzati e degli sviluppi presenti e possibili.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteThe Years of Lead: Italian Aural & Visual Culture in the 1970s
Pagine21-34
Numero di pagine14
Stato di pubblicazionePublished - 2014
Pubblicato esternamenteYes

Cita questo